L'emergenza sanitaria ha coinvolto davvero tutti comprese le produzioni televisive che hanno dovuto, in corsa, prendere le dovute contromisure. In particolare, l'ultimo decreto firmato dal presidente del Consiglio, ha imposto delle restrizioni tali da influenzare anche Un posto al sole. Le ultime notizie hanno travolto la soap sollevando dubbi e malumori tra attori e addetti ai lavori e alla fine si è giunti a prendere una decisione che ha dell'incredibile e che resterà non solo nella storia della soap opera, ma anche di tutta la televisione italiana. Almeno fino al 3 aprile (salvo nuovi aggiornamenti) verranno girate solo scene a distanza di sicurezza di un metro, questo limite varrà per registi, segretari di produzione, tecnici presenti sul set ma anche per gli attori, il che porterà inevitabilmente a tagliare da Un posto al sole qualsiasi scena che preveda baci, abbracci e qualsiasi forma di contatto ravvicinato.

Una decisione storica

Va detto che il decreto firmato da Giuseppe Conte non ammette nessuna eccezione e quindi la situazione di un Posto al sole andava di sicuro regolamentata, sia per la sicurezza degli attori che per dare il buon esempio agli spettatori. Altre produzioni avrebbero probabilmente preso del tempo, ma la soap partenopea ha dei ritmi di lavoro serrati che portano a non fermarsi praticamente mai, in modo da fornire cinque puntate a settimana per tutto l'anno con appena due settimane di ferie estive. In ogni caso, in virtù delle nuove disposizioni, le opzioni percorribili erano davvero poche e piuttosto che bloccare o rallentare la produzione si è preferito andare avanti nel rispetto delle ultime normative vigenti in tema di Coronavirus.

Il malumore degli attori

A quanto riferisce Fanpage, la scelta di allinearsi con il nuovo decreto sarebbe stata sollecitata da malumore di alcuni attori di Un posto al sole (ndr non vengono però fatti nomi) che si sarebbero categoricamente rifiutati di stare a stretto contatto. La produzione avrebbe quindi deciso di girare solo scene che prevedono la distanza di sicurezza di un metro, ovviamente con buona pace di baci, abbracci e dimostrazioni di affetto.

In genere le puntate vengono girate circa due mesi prima, quindi per un po' gli attori continueranno a baciarsi e abbracciarsi ma, passato questo periodo, subentreranno le nuove direttive.

Gli effetti del coronavirus sulla soap

La decisione di rispettare il metro di distanza di sicurezza sembra oramai ufficiale, tuttavia resta da capire come verranno spiegate tali soluzioni allo spettatore.

A questo punto le trame potrebbero procedere in modo classico, semplicemente evitando scene con effusioni, ma potrebbero anche inserire il tema del coronavirus all'interno delle storyline. Ovviamente non è stato riferito nulla a riguardo e una soluzione simile risulterebbe davvero complessa, visto che è qualcosa di troppo attuale, ma considerato quanto Upas sia attento alle tematiche del momento non è da escludere che si possa fare qualche cenno a riguardo.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Un Posto Al Sole
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!