La coppia formata da Colapesce e Dimartino è stata tra le rivelazioni della 71ª edizione del Festival di Sanremo. Il duo siciliano con il brano Musica Leggerissima si è piazzato al quarto posto e si è aggiudicato il premio Lucio Dalla della sala stampa.

Su Instagram i due cantanti si sono detti delusi perché non sono stati chiamati sul palco dell'Ariston per ricevere il prestigioso premio.

Le parole del duo: 'È stato brutto che non ci abbiano chiamato sul palco'

L'ultima serata del Festival di Sanremo ha incoronato i Maneskin vincitori della 71ª edizione.

Come di consueto, durante la finale sono stati assegnati anche altri premi. Ermal Meta ha ottenuto il riconoscimento per il miglior arrangiamento, Madame quello per il miglior testo, Colapesce e Dimartino hanno ricevuto il premio Lucio Dalla, mentre Willie Peyote ha prevalso in quello della critica Mia Martini.

Mentre Madame e Ermal Meta sono stati invitati sul palco dell'Ariston per ritirare i rispettivi premi, Colapesce e Dimartino e Willie Peyote non sono stati chiamati per la premiazione. Il duo siciliano ha commentato l'accaduto su Instagram: "È stato abbastanza brutto che non ci abbiano chiamato sul palco, abbiamo aspettato lì tre ore".

I due cantanti hanno continuato rivelando che è arrivata una dipendente della Rai dalla sala stampa che gli ha consegnato il premio Lucio Dalla in una busta di plastica, quindi hanno chiosato: "Poteva essere fatta meglio, diciamo".

L'attacco di Willie Peyote

Tra i vari commenti al post di Colapesce e Dimartino c'è stato anche quello di Willie Peyote: "Sono d'accordo, è stata triste come conclusione". Com'è accaduto ai due artisti siciliani, anche al cantante di Torino il premio Mia Martini è stato consegnato dietro le quinte del Teatro Ariston.

Il 35enne piemontese qualche giorno fa è stato protagonista anche di un botta e risposta a distanza con Ermal Meta.

Durante una diretta social, Peyote ha criticato la scelta del collega di origine albanese di interpretare Caruso durante la terza serata di Sanremo dedicata alle cover e ai duetti: "Una scelta veramente ruffiana". Il cantautore torinese ritiene che la scelta di Meta di cantare un brano di Dalla nel giorno del suo compleanno sia stata una strategia studiata a tavolino.

Willie Peyote ha commentato negativamente anche la performance di Francesco Renga: "A un certo punto, ti dico solo che sembrava Aiello".

Willie Peyote ha continuato dicendo che durante la terza serata secondo lui i Maneskin e Annalisa avrebbero meritato di salire sul podio. Infine si è chiesto come sia stato possibile che la cantante ligure non si sia piazzata nei primi tre posti al termine della puntata del Festival di Sanremo dedicata alle cover.

Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!