Secondo quanto emerso da una ricerca di Confesercenti, quest'anno saranno quasi la metà gli italiani che saranno costretti, loro malgrado, a rinunciare alle #vacanze estive: oltre 5 milioni in meno rispetto al 2012. Una stima più che comprensibile, se si pensa che negli ultimi mesi i tagli alle spese hanno riguardato addirittura i beni di prima necessità come, per esempio, i generi alimentari: va da sé che le vacanze, per tanti italiani, finiscono nel dimenticatoio. Per coloro che, invece, non intendono rinunciarvi, si prospettano soggiorni più brevi e mete più vicine.

Ecco, dunque, una serie di consigli utili per organizzare le vacanze low cost.

Il primo elemento, che consente un risparmio attestato intorno al 20%, consiste nell'organizzazione fai-da-te, bypassando dunque agenzie di viaggio e tour operator.

Un'altra possibilità concreta di risparmio è data dall'organizzazione di viaggi last minute; le offerte dell'ultimo minuto consentono, difatti, un risparmio di circa il 30%, ma è necessaria una certa flessibilità verso i possibili cambi di programma durante il viaggio o nei giorni appena precedenti.

Coloro i quali, invece, non sono disposti a rinunciare a una pianificazione certa, potranno optare per una prenotazione anticipata del volo aereo, con un risparmio che va dal 30 al 75%. Il risparmio maggiore, tuttavia, si avrà prenotando i voli durante la settimana invece che nel weekend, direttamente sul sito web della compagnia.

I migliori video del giorno

Tariffe low cost sono previste anche per i viaggi in treno e anche in questo caso occorrerà prenotare con largo anticipo e spendere del tempo nella ricerca delle tariffe più vantaggiose, dato che i biglietti a basso costo sono in numero limitato.

Un'altra possibilità per usufruire di tariffe ridotte è data dai viaggi in comitiva; il risparmio si attesta, generalmente, intorno al 25-30%. Per i gruppi, infatti, le agenzie di viaggi prevedono sempre dei pacchetti molto convenienti; le comitive godono spesso, inoltre, di agevolazioni e sconti sugli alloggi e anche le spese per l'auto, in gruppo, diventano meno onerose.

Una buona abitudine è, inoltre, quella di fare la spesa alimentare, se possibile, nel supermercato vicino a casa invece che nei luoghi turistici, dove i prezzi possono essere rincarati fino al 50%. Una lista della spesa può aiutare a evitare le dimenticanze.

Un'altra soluzione, che permette di abbattere notevolmente i costi di trasporto, è costituita dal "car pooling", un sistema che permette di spostarsi scambiandosi passaggi in auto. In pratica l'utente si iscrive su uno dei siti dedicati, inserisce i propri dati anagrafici e varie informazioni, poi posta un annuncio dove indica la meta che deve raggiungere e le date del viaggio. Quindi altri iscritti interessati rispondono all'annuncio dando la disponibilità e accordandosi sulla tariffa.