La situazione estremamente calda in Egitto, dove si registrano secondo alcune fonti anche migliaia di morti, fa pensare molto chi aveva programmato un viaggio in quelle zone. Guardando televisioni e giornali sembrerebbe estremamente pericoloso un viaggio in quelle zone, ma la Farnesina non sconsiglia completamente i viaggi in Egitto.

Secondo la Farnesina si può andare in zone turistiche come: Sharm el Sheikh, Marsa Alam, Berenice, Hurghada, Marsa Matrouh, El Alamein. In ogni caso la Farnesina fa sapere ai turisti intenzionati a viaggiare che è sconsigliato allontanarsi dai vari resort per escursioni turistiche sopratutto nelle città.

Nel comunicato della Farnesina si legge: "Si suggerisce fortemente di evitare escursioni fuori dalle istallazioni turistiche ed in particolare nelle città". Non sembra quindi un messaggio molto rassicurante che probabilmente mira a non far morire il turismo verso l'Egitto, meta sempre molto ambita.

Nel frattempo da notare i crolli dei prezzi: basta fare un rapido giro sui vari siti di viaggi lastminute per vedere offerte clamorose. Si trovano viaggi tutto compreso a meno di 300 euro per una settimana, volo compreso.

Insomma, in un momento di tragedia sembra proprio che diversi non vogliano rinunciare alle vacanze in Egitto e sopratutto il governo egiziano non ha intenzione di vedere andare a gambe all'aria il turismo. Proprio nelle ultime ore il governo provvisorio, dietro richiesta del ministro del turismo, ha tolto il coprifuoco nell'area dei resort sul Mar Rosso per permettere a città come Sharm el Sheik di continuare il proprio lavoro turistico.

I migliori video del giorno

Sembra una scelta quanto meno macabra in un momento in cui si registrano migliaia di morti ma ovviamente ognuno avrà le sue opinioni in merito.  La Farnesina consiglia anche l'assicurazione viaggio per le spese sanitarie e l'eventuale rimpatrio in caso di necessità. Sarà veramente sicuro andare in Egitto? #assicurazione viaggio