In queste ore non si parla d’altro: lo sciopero indetto dal Movimento dei Forconi si può dire che sia il vero argomento del giorno, che in queste ore sta attirando l’attenzione pubblica più delle attese primarie del PD.

Sciopero Forconi: arrivano le sanzioni, Italia paralizzata?

In queste ore anche i Tg nazionali stanno mandando in onda dei servizi relativi alla protesta dei forconi che prenderà il via il 9 dicembre 2013 e  dovrebbe proseguire fino alle 24 di venerdì 13 dicembre.

Gli attivisti del Movimento promettono giorni di blocchi stradali e avvertono che ci troveremo di fronte ad un’Italia letteralmente paralizzata dal Nord al Sud. Per evitare che nelle prossime ore possano verificarsi dei fenomeni di vero e proprio disagio sulle reti stradali italiane, in questi minuti l’Autorità garante degli scioperi ha fatto sapere che non esiterà ad applicare le sanzioni previste dalla legge. L’Autority, inoltre, ha precisato che lo sciopero prenderà il via a partire dalle 24 di questa notte e non dalle 22 così come hanno scritto gli organi di stampa.

Tuttavia, gli attivisti del Movimento dei Forconi non si sono lasciati scoraggiare dalla parole dell’Autority e addirittura hanno dichiarato di essere disposti a farsi arrestare pur di proseguire questa loro battaglia.

Anche il presidente di Conftrasporto e vice presidente di Confcommercio Paolo Uggè, in queste ore ha dichiarato che la situazione delle prossime ore nel nostro Paese potrebbe essere davvero molto difficile, e ha parlato di una vera e propria paralisi dell’autotrasporto che potrebbe mettere in ginocchio il nostro Paese. La protesta prenderà il via in Sicilia e poi si sposterà in tutte le altre regioni d’Italia.