E' stato confermato lo sciopero nazionale del trasporto pubblico locale di ben 4 ore per il 16 dicembre 2013: la conferma è arrivata da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Autoferrotranvieri e Faisa come protesta per la proposta "assolutamente inadeguata riguardante lo sblocco della trattativa contrattuale".

Tale protesta, deriva dal fatto che si chiede che i negoziati possano continuare sulla base del nuovo contratto nazionale di lavoro e sulla verifica degli elementi che sono stati esposti sul sistema di finanziamento e di regolazione del settore e sul suo assetto.

D'altra parte, il sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti Erasmo D'Angelis ha cercato di spiegare ai sindacati che viene offerta la massima collaborazione ma che bisogna attenersi anche agli standard europei con regole, stabilità legislativa e finanziaria, con l'obiettivo di arrivare ad erogare una qualità dei servizi sempre più alta, cosa che attualmente i Comuni non riescono a fare.

Di sicuro, il 16 dicembre 2013 autobustram, metropolitanetreni locali, saranno fermi per ben quattro ore in tutto il Bel Paese e gli orari varieranno in base al territorio di appartenenza. I disagi saranno molti, soprattutto per chi si muove con i mezzi pubblici, ma indirettamente anche per chi si muove con la propria auto perchè quel giorno quasi tutti saranno obbligati a guidare il proprio veicolo e questo causerà strade molto trafficate in tutta Italia. #sciopero generale