Rincari in tutta Italia con piccoli aumenti sulla maggior parte delle tratte autostradali italiane. A partire dall'1 gennaio 2014 è scattato l'aumento del pedaggio dell'autostrada, un rincaro che va a colpire i milioni di italiani che si mettono al volante tutti i giorni. In vista di ogni tipo di viaggio ecco una mappa completa dell'aumento del pedaggio dell'autostrada con tutti i rincari da Nord a Sud. 

Aumento pedaggio autostrada, il rincaro e le tratte più colpite 

Le autostrade più colpite sono la Parma-La Spezia, la Strada dei Parchi, Autovie Venete e tutte le tratte di Centropadane. I caselli delle suddette autostrade avevano richiesto un determinato aumento, ma il Governo ha accolto soltanto parzialmente le richieste delle autostrade.

L'aumento dei pedaggi, però, è stato piuttosto gravoso: in media l'aumento è di circa 3,9% sul costo precedente, mentre le autostrade avevano richiesto un aumento che sarebbe arrivato fino al 4,8% del totale.  

Aumento pedaggio autostrada, tutti i rincari

Come detto, le tratte più colpite dell'aumento del pedaggio dell'autostrada sono la Strada dei Parchi (8,28%), Centropadane (8,01%), Autovie Venete (7,17%) e la Parma-La Spezia, ossia la Cisa (6,26%). Rincari al 5% e oltre per la RAV, la SAT, la SATAP A4, la SAV e la Venezia-Padova. Autostrade per l'Italia, invece, ha subito un rincaro del 4,43%, mentre la Milano Serravalle e le tangenziali di Milano hanno avuto un aumento del pedaggio del 4,47%. Tutti gli altri aumenti sono minori del 4%, mentre non è previsto nessun rincaro per la tratta Messina-Palermo e per la tratta Asti-Cuneo.