Avete solo un weekend di vacanza e non sapete dove andare? Vi piacciono i luoghi che hanno un che di magico e fuori dal tempo ma non volete rinunciare alla buona tavola e al buon vino? #San Gimignano è la città che fa per voi. Nota come la New York del medioevo per le sue torri che, si dice, abbiano ispirato le famosi torre gemelle abbattute in quell'infausto 11 settembre, San Gimignano è un piccolo borgo medioevale, di 7000 anime, nel cuore della campagna toscana, tra Siena e Firenze. E' una tappa fondamentale per chi si addentra nell'area della Val d'Elsa al confine con il Chianti. Il centro storico di San Gimgnano, infatti, è stato dichiarato dall'UNESCO patrimonio mondiale dell'umanità ed ogni anno viene visitato da milioni di turisti da tutto il mondo.

Da qui passa la via Francigena. San Gimignano è un esempio pressoché unico di città rimasta quasi intatta nel suo assetto trecentesco, infatti nel 1348, dopo la peste nera , la città di San Gimignano si consegnò a Firenze e rimase, in un certo senso, un po' in disparte salvaguardando le sue ricchezze e la sua autenticità. Le torri manifestavano la grandezza e la potenza dei signorotti del paese, più alta era la torre, più ricca era la famiglia che vi abitava.

COSA VEDERE

Per cominciare trovate parcheggio, perché per venire a San Gimignano è bene avere l'auto: comunque tranquilli, ci sono almeno 4 grandi parcheggi a pagamento che hanno anche il servizio navetta per il centro. Arrivate da Porta San Giovanni, è l'ingresso principale al centro del villaggio. Passata la porta, vi sembrerà di aver fatto un salto nel 1300, tipo Benigni in quel famoso film non ci resta che piangere.

I migliori video del giorno

Qui vi trovate nella via principale che porta piazza della Cisterna. Foto-stop al famoso pozzo e poi concedetevi una pausa golosa, di fronte c'è una gelateria che vi consiglio vivamente, attenti al gusto nocciolone però,che è letale per le camicie bianche. Dopo una breve pausa, che vi servirà per riprendere fiato visto che il centro storico è in collina quindi è tutto in salita, continuate per piazza Duomo e subito accanto c'è il Palazzo del Comune. Qui potete scegliere se entrare nella torre e farvi una serie infinita di scalini oppure proseguire più comodamente nella piazzetta vicina, Piazza delle Erbe, da dove potete ammirare le torri gemelle. Continuando sulla sinistra procedete verso la rocca di Montestaffoli. Da qui si può godere di una vista straordinaria della città e di tutte le dolci colline della val d'Elsa. Per finire, potete farvi un aperitivo in piazza S'Agostino, altro esempio di architettura trecenttesca. A cena potete andare in un ristorante lungo le mura, o anche in un'enoteca, l'importate è che non vi facciate mancare un bicchiere dell'ottima Vernaccia, mi raccomando servita fredda.

Dove dormire - C'è l'imbarazzo della scelta, vi consiglio di optare per uno fuori delle mura per potersi rilassare in tranquillità e godere dei panorami mozzafiato della campagna toscana. La notte prendetevi una coperta e sdraiatevi a guardare le stelle. Non ci crederete ma qui a San Gimignano sono più vicine. Buon viaggio! #La tua vacanza