Un viaggio da sogno in Costiera Amalfitana, tra i suoi paesini, i suoi borghi, i suoi mercatini. Cominciamo la nostra avventura da un paese che pochi conoscono ma che possiamo garantirvi è di una bellezza unica, il suo nome è Tramonti. Comune di circa 4000 abitanti, fa da spartiacque tra la Costiera Amalfitana e l'Agro Nocerino Sarnese. Il Monte più alto di Tramonti è il Cerreto con i suoi 1300 metri di altezza, mentre il punto stradale più alto è il Valico di Chiunzi, da qui potrete ammirare un panorama unica, quello del Golfo di Napoli con sullo sfondo la maestosità del Vesuvio.

Ora scendiamo verso il mare e da Tramonti troviamo Maiori, paese di circa 6 mila abitanti.

Come tutti i paesi della Costiera Amalfitana, anche Maiori è patrimonio dell'Unesco. I monti ed i sentieri di questo paese vi faranno davvero sognare, ci sono infatti alcuni punti dove potrete affacciarvi e godere di un paesaggio da sogno, con sguardo sul golfo di Salerno e sulla Costiera, vedrete Ravello, Amalfi  e uno scorcio di Positano. Tra i monumenti e le cose da vedere a Maiori ci sono: Palazzo Mezzacapo, la Collegiata di Santa Maria a Mare, il Complesso di Santa Maria Olearia.

A Maiori ci sono tanti alberghi ottimi, vogliamo ricordarne alcuni come l'Hotel San Pietro, Hotel Splendid, Hotel San Francesco, Hotel Pietra di Luna e poi troverete pensioni, bed and breakfast e affittacamere. Tra i ristoranti consigliamo sicuramente il Dedalo, La Vela, Mammato, Nettuno, Pineta.Da Maiori andiamo verso Minori, i due paesi sono distanti circa 1 km l'uno dall'altro. Famosissima a Minori è la Basilica di Santa Trofimena, questo lo si deve al fatto che il paese è stato sede vescovile per circa mille anni dall'VIII al XVIII D.C.

A Minori c'è anche una Villa Romana sempre aperta al pubblico, a dimostrazione del fatto che il paese veniva già usato dai romani per le loro vacanze.
Le cose assolutamente da vedere a Minori sono: Basilica di Santa Trofimena, Villa Romana dove ci sono custoditi reperti, pietre preziose, mosaici e tante decorazioni davvero affascinanti. Da vedere anche il Campanile dell'Annunziata e la Chiesa di Santa Lucia.
Dopo Minori troviamo Atrani, il più piccolo comune d'Italia come estensione e anche il meno popolato della Costiera Amalfitana con i suoi 853 abitanti. Atrani è un borgo molto caratteristico con vicoletti, sentieri e spiaggette davvero incantevoli. Dopo Atrani si arriva ad Amalfi, centro nevralgico delle attività politiche ed economiche in Costiera.

Amalfi conta 5173 abitanti, comprende 5 frazioni che sono: Vettica, Tovere, Pogerola, Lone e Pastena, cosi come tutta la Costiera, nel 1997 è stato dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.
Tra le cose da vedere ad Amalfi ci sono senza dubbio il Duomo, il monumento più bello e più celebre di tutta la Costiera Amalfitana. Realizzato in stile arabo è dedicato al patrono della città, Sant'Andrea. 
Tra le feste ricordiamo: il 28 gennaio la festa della Reliquia di S. Andrea, il 3 febbraio c'è San Biagio, il 19 marzo San Giuseppe, il 25 marzo Maria SS. Annunziata, la Via Crucis che si tiene il venerdì che precede la Pasqua, con processioni, feste e fuochi pirotecnici.
Attività sportive preferite dagli amalfitani sono il calcio  la canoa.  Per una visita completa della Costiera Amalfitana ci vogliono circa 2 giorni, un esperienza da vivere e che potrà arricchire il bagaglio culturale di ogni viaggiatore.