Viaggiare sicuri è la miglior cosa che ognuno di noi possa fare, pertanto, oggi in quest'articolo vi segnaleremo tutte le novità dell'ultima ora sui paesi a rischio. Inoltre vi informeremo sugli aggiornamenti riguardanti i documenti necessari, il visto d'ingresso e le vaccinazioni, pubblicati dal sito ufficiale della Farnesina. In questo modo, avrete la possibilità di scegliere una meta in tutta sicurezza, evitando viaggi che potrebbero risultare rischiosi per la vostra incolumità. In aggiunta a ciò, è necessario sottolineare l'importanza di comunicare sempre i propri dati anagrafici sul sito online DoveSiamoNelMondo.

Farnesina: l'Unità di Crisi informa i viaggiatori sui paesi più a rischio



Somalia: un autoveicolo pieno di materiale esplosivo è stato fatto saltare in aria presso l'hotel Jazeera Palace di Mogadiscio, generando molti feriti e varie vittime.

Dato che è stato accertato che si tratta di un atto terroristico, la Farnesina consiglia vivamente di evitare qualsiasi tipo di viaggio nel Paese. Camerun: un altro attentato terroristico in centro a Maroua, ha causato parecchi feriti e decine di vittime. Si invita ad evitare ulteriori viaggi nell'Estremo Nord del Camerun e nelle zone di confine con la Nigeria e con il Ciad.

Ecco gli aggiornamenti dell'ultimo periodo della Farnesina

Burundi: il documento necessario per entrare nel Paese è il passaporto, inoltre è necessario il visto d'ingresso, che dovrà essere richiesto presso l'Ambasciata/Consolato del Burundi in Italia. Mentre non è obbligatoria nessuna vaccinazione. Australia: per l'accesso al Paese è essenziale essere provvisti del passaporto, oltre a ciò, sarà opportuno richiedere il visto d'ingresso (visto turistico).

I migliori video del giorno

È obbligatoria la documentazione delle vaccinazioni contro la febbre gialla, per i viaggiatori che si sono trattenuti in un Paese a rischio di contagio della malattia.

Guinea: per entrare nel Paese è fondamentale possedere il passaporto e il visto d'ingresso, che dovrà essere richiesto presso l'Ambasciata di Guinea a Roma. Sarà necessario esibire la certificazione valida della vaccinazione contro la febbre gialla. Liberia: è basilare essere titolari di un passaporto e di un visto d'ingresso, che dovrà essere richiesto in Italia, presso l'Ambasciata/Consolato della Liberia. La sola vaccinazione obbligatoria è per la febbre gialla.

Sierra Leone: per accedere nel Paese è necessario il passaporto e il visto d'ingresso, che dovrà essere richiesto presso l'Ambasciata/Consolato della Sierra Leone in Italia. L'unica vaccinazione necessaria è per la febbre gialla. Portogallo: per entrare nel Paese sarà fondamentale mostrare il passaporto/carta d'identità valida per l'espatrio, non si necessita del visto d'ingresso.

Non è richiesta alcuna vaccinazione.

Norvegia: per poter avere l'accesso nel Paese è importante essere muniti del passaporto/carta d'identità valida per l'espatrio, mentre il visto d'ingresso non è necessario. Non è richiesta alcuna vaccinazione. Montserrat: l'unico documento necessario per entrare nel Paese è il passaporto, per quanto riguarda il visto d'ingresso non è necessario, tuttavia si dovrà disporre del ticket aereo di ritorno. Le vaccinazioni non sono obbligatorie, ma sarà richiesta la vaccinazione contro la febbre gialla, a tutti coloro che provengono da Paesi a rischio contagio del virus. Se desiderate ulteriori aggiornamenti sui Viaggi 2015, non dovrete far altro che cliccare il tasto "Segui" in alto a destra attiguo al nome dell'autore. #vacanze estive #Viaggi Low Cost #Isis