Dopo gli attentati di Parigi dello scorso venerdì 13 novembre, il livello di allerta in molti Paesi europei e non solo è aumentato vertiginosamente. A farne le spese è stato soprattutto il settore dell'aviazione civile dove l'esigenza di rafforzare i controlli è stata la naturale conseguenza del clima di terrore diffuso ormai ovunque. Quali sono, dunque, le nuove regole per viaggiare sicuri e come avverranno i controlli sui passeggeri? Ecco cosa cambia negli aeroporti d'Europa e in Italia dopo gli attentati a Parigi dei giorni scorsi e le info utili per coloro che decideranno di mettersi in viaggio nelle prossime settimane.

Allerta terrorismo: maggiori controlli sui viaggiatori

Dopo gli attacchi terroristici che hanno messo in ginocchio Parigi e che continuano a destare paura anche nel nostro Paese, i controlli negli aeroporti si sono intensificati.

Cosa cambia realmente? In primo luogo è opportuno prepararsi a lunghe code ai metal detector e ad un bassissimo livello di tolleranza in merito agli oggetti che decideremo di portare in viaggio. Si aggiornano i database delle Forze dell'Ordine ed oltre ai viaggiatori i controlli riguarderanno anche i dipendenti dei vari aeroporti.

Le novità per viaggiare sicuri dopo gli spaventosi attentati di Parigi, messe a punto negli aeroporti europei è rappresentata dalla mancanza di distinzione tra i civili che vivono nell'Unione europea e coloro che hanno una diversa residenza. Il nuovo sistema prenderà il via nelle prossime settimane e prevedrà l'incrocio di vari dati dei viaggiatori (nome, prenotazione e biglietto ma anche viaggi precedenti) che finiranno nei database delle polizie. Verrà quindi stilata una classifica in base al livello di 'pericolosità' che vedrà in cima soprattutto i Paesi dell'Europa settentrionale.

I migliori video del giorno

I viaggiatori, dunque, dovranno prepararsi a controlli massicci ed effettuati nei minimi dettagli con un conseguente allungamento dei tempi di attesa.

I controlli negli aeroporti d'Italia

Anche l'Italia vive questo periodo di massima allerta con estrema ansia dopo gli attentati di Parigi, soprattutto dopo le recenti minacce a Roma e Milano. In merito alla sicurezza negli aeroporti, è intervenuta l'Enac comunicando l'aumento dei controlli negli scali nazionali. A tal fine viene riservato ai viaggiatori che si accingono a partire l'invito a recarsi negli aeroporti con largo anticipo al fine di evitare code e lunghe attese. Se desiderate restare aggiornati sul tema centrale di questo articolo, vi invitiamo a cliccare sul tasto ‘Segui’ sopra il titolo, accanto al nome e cognome dell’autore.