Secondo quanto emerso dal Corriere della Sera, la compagnia norvegese low-cost 'Norwegian' avrebbe firmato degli accordi con delle compagnie aeree europee come ryanair, EasyJet e altre in Spagna, Irlanda e Regno Unito per poter portare a conclusione il suo piano di creare voli a basso prezzo per gli Usa e il Canada (c'è anche chi dice che i voli in Italia saranno a costo zero). L'accordo dovrebbe essere applicato a inizio 2017 o poco più tardi.

Gli Usa danno l'ok alla Norvegia

I Boeing 787 norvegesi volano già da mesi all'interno del territorio statunitense, ma, non facendo parte dell'Unione Europea, hanno riscontrato alcuni limiti d'accesso nel poter usufruire liberamente dei loro cieli: dopo un'attesa durata tre anni, quattro giorni fa è arrivato da Washington l'ok alla compagnia aerea norvegese per la disponibilità di utilizzo del suo 'spazio aereo nazionale', aggiungendo così un ulteriore +55% di voli in più da Londra verso Los Angeles, New York e San Francisco nelle previsioni dell'estate 2017.

Il piano di volo della compagnia Norwegian per i suoi passeggeri

Il piano della compagnia Norwegian per il proseguimento dei voli all'estero a basso costo prevede una partenza con lo scalo dei passeggeri dalle compagnie low-cost europee verso gli hub norvegesi (come ad esempio Madrid, Oslo, Londra Gatwick e Barcellona), per poi prendere i Boeing 787 forniti dalla Norwegian Air Shuttle diretti verso gli scali secondari americani; da qui, i passeggeri dovranno recarsi agli aeromobili per giungere agli aeroporti statunitensi e canadesi.

Ryanair: una prospettiva di successo

Data la sua notevole fama per l'esorbitante quantità di passeggeri che decidono di usufruire della compagnia low-cost ottenendo il primo posto nella classifica degli aeroporti europei (negli ultimi 11 mesi ha trasportato all'incirca il numero di 108 milioni di persone, record dell'intero anno del 2015), per il modello affaristico che segue e per la sua disponibilità nell'accogliere dialoghi costruttivi con le altre compagnie in via di accrescimento, la Ryanair si è aggiudicata un ruolo fondamentale per lo sviluppo concreto di nuovi voli a lunga tratta e basso costo.

I migliori video del giorno

Il futuro di EasyJet e Vueling

Trovandosi al secondo posto in classifica europea per il numero di passeggeri usufruenti, l'amministratore delegato della compagnia aerea norvegese ha detto di voler firmare un accordo pure con EasyJet: ha spiegato che l'idea di firmare un accordo con la compagnia ha un suo perché se si nota che Londra Gatwick è anche un hub dei norvegesi e del Regno Unito. Riguardo alla compagnia spagnola Vueling, ha detto di voler firmare un accordo con questa per via di una conseguente creazione di un avamposto in più verso il Nord America grazie ai suoi hub norvegesi presenti a Madrid e Barcellona.