Vacanze con bambini: quali sono i criteri di scelta delle famiglie italiane? Its4kids, portale di alberghi e strutture ricettive "children-friendly", ha presentato una ricerca sul turismo familiare in Italia. Che cosa prenotano le mamme con bambini, come valutano l'offerta turistica, e dove si informano prima di partire? Queste sono solo alcune delle domande poste durante l'indagine.

Le risposte possono risultare molto indicative per hotel, agenzie di viaggio e tour operator: alle mamme non interessano tanto i mini-club, poiché privilegiano condizioni di base come pulizia, prezzo e sicurezza.

La ricerca è stata effettuata online dalla community di Its4kids: le risposte sono state 1.162.

Vacanze con bambini: la ricerca Its4kids

La community intervistata durante l'indagine, rispecchia il panorama delle famiglie italiane che si informano online: sono, nella maggior parte dei casi, le mamme, e in misura minore i papà. La maggioranza è costituita da millennials, ossia coloro che non superano i 35 anni di età. Le cosiddette "millennial moms" sono molto attive sul web e sui social, soprattutto se hanno bimbi piccoli: proprio in questa fascia d'età rientrano numerose mamme blogger, madri che lavorano da casa e "mumpreneur".

Ben presenti, nel campione, anche le mamme sopra i 35 anni. In media, si tratta di famiglie con uno o due figli. La maggior parte del campione sceglie vacanze con bambini "comfort"; in seconda posizione troviamo le vacanze low cost e, in misura minore, il soggiorno estivo nella seconda casa e il viaggio itinerante.

Cosa vogliono le mamme per le ferie estive

Il punto saliente della ricerca riguarda i criteri di scelta per le vacanze con i bambini.

Le famiglie sono molto attente alla qualità di alberghi, agriturismi, villaggi turistici e, soprattutto, se hanno neonati o bimbi piccoli, prestano attenzione ai dettagli organizzativi. Quali sono le condizioni "indispensabili" per una struttura turistica a misura di bambino? Al primo posto c’è la pulizia, seguita molto da vicino da prezzo e sicurezza. Le altre variabili su cui si orientano i genitori sono: posizione della struttura e cortesia del personale.

La presenza di spazi giochi è pure importante, ma l'animazione, cioè i mini-club con animatori che si trovano nei villaggi turistici, risulta all'ultimo posto in classifica.

Dove si informano le famiglie

Da dove si trae ispirazione per organizzare il proprio viaggio? Il passaparola vince sempre per scegliere le vacanze con i bambini: i racconti di amici sono la prima fonte di informazione. Seguono i gruppi di Facebook e i blog. Ancora una volta, è la rete a dare i suggerimenti: si chiama, come dicono gli esperti, "info-commerce", che consiste nel raccogliere notizie su mete turistiche e viaggi prima di acquistare.

Le communities di mamme sul web sono attivissime: sui social, le madri chiedono consigli ad altre mamme; ottengono suggerimenti su destinazioni e mezzi di trasporto; si scambiano informazioni pratiche.

Come e quando si prenotano le vacanze

Per decidere di prenotare un viaggio o un albergo, le mamme vanno poi ad informarsi sul sito della struttura ricettiva, e non dimenticano di consultare le recensioni. Queste ultime esercitano un'influenza piuttosto decisiva, ma le famiglie guardano anche all'eventuale presenza di offerte, e mantengono alta l'attenzione sui gruppi social e sui blog.

Riviste di viaggi e agenzie sono consultate in misura minore, almeno dal campione della ricerca Its4kids.

La prenotazione delle vacanze con bambini viene completata sul sito dell'hotel oppure tramite online travel agency. Dopo il viaggio, più della metà delle intervistate dà il suo giudizio sulla vacanza sui portali di recensioni, e più del 30% sui gruppi Facebook. Il cerchio si chiude: altre famiglie useranno Internet per scegliere e prenotare vacanze con bambini.

Segui la nostra pagina Facebook!