In questi giorni si sta parlando sempre più del divorzio breve: il nuovo testo presentato e accettato dalla Camera potrebbe davvero portare ad una svolta epocale in Italia, a 40 anni dal referendum sul divorzio.

Alla Camera ha ricevuto 381 a favore, 30 contrari e 14 astenuti e ora si attende la conferma anche al Senato il quale dovrebbe decidere entro la fine di Giugno.

Ma cosa cambia rispetto al passato?

Sono diverse le novità introdotte da questo testo e tutte mirano ad uno snellimento della macchina burocratica intasata da decine di migliaia di ricorsi.

I tempi

Fino ad oggi i tempi per ottenere il divorzio erano davvero lunghi: ci volevano ben 2 processi e tre anni di separazione, ma con i ritardi della giustizia civile si poteva arrivare anche a 4-5 anni.
Basti pensare che, in Europa, sono già più avanti di noi: se in Polonia e in Irlanda ci vogliono 4 anni dalla separazione, in paesi come la Francia, la Spagna e la Gran Bretagna bastano dai 3 ai 6 mesi e addirittura in Portogallo, Svezia e Finlandia è immediato: basta la richiesta dei due coniugi.
Con il nuovo testo anche in Italia i tempi si ridurranno: basteranno sei mesi di separazione consensuale e 12 mesi in caso di separazione giudiziale, anche in presenza di figli minori.

I costi

Di conseguenza, anche i costi si ridurranno: se oggi un divorzio consensuale costa intorno ai 5000 euro e uno giudiziale arriva anche a 15000 euro, la riduzione dei tempi comporterà anche un dimezzamento delle spese legali.

Pubblicità
Pubblicità

Il patrimonio

Un'altra novità è quella relativa alla comunione dei beni: essa si scioglierà quando il giudice darà l'autorizzazione agli ex coniugi a vivere separati.

Le perplessità principali riguardano gli strumenti per intervenire adeguatamente a favore delle famiglie e dei figli: oggi i tribunali e i servizi socio assistenziali non sono dotati degli strumenti adatti e c'è il rischio che un divorzio così rapido possa danneggiare proprio i figli i quali rischierebbero di non essere tutelati a dovere.

Come accade per tutti i cambiamenti, anche in questo caso è opportuno prestare la giusta attenzione a tutti i soggetti e gli aspetti coinvolti. #Camera dei Deputati #Matrimonio