Pubblicità
Pubblicità

Il 6 gennaio parte la #Dakar 2018, quarantesima edizione del rally raid più famoso del mondo. La leggendaria gara, che una volta portava i piloti da Parigi alla capitale del Senegal, oramai da un decennio è traslocata in Sud America e quest’anno si correrà attraversando Perù, Bolivia e Argentina: da Lima fino a Cordoba, che sarà raggiunta il 20 gennaio dopo oltre 9.000 chilometri (di cui circa la metà di prove speciali) suddivisi in 14 tappe.

Dai deserti africani di ieri agli impervi percorsi del Sud America oggi, tra gli scenari mozzafiato dei luoghi toccati dall’evento, uomini e mezzi (auto, #Moto, quad e camion) al via saranno come sempre messi a durissima prova dalle estreme asperità di questa gara, nella quale, fin dalla prima edizione del 1979, solo arrivare al traguardo è da considerarsi già un successo.

Pubblicità

Di seguito il percorso e le tappe della Dakar 2018.

Perù

Lo Stage 1 (6 gennaio) prenderà dunque il via da Lima, procedendo in direzione sud per 272 km fino a Pisco, città che dà il nome al vino simbolo del Perù. Con altri 278 km di gara la città peruviana sull’Oceano Pacifico sarà sede anche dello stage 2 (domenica 7) e darà il via alla terza giornata (lunedì 8) con arrivo ancora sulla costa, dopo 501 km, in quel di San Juan de Marcona, poi sede della quarta tappa (martedì 9), di 444 km, e di partenza della quinta (mercoledì 10), lunga 770 km con epilogo sulle rive del fiume Chili, ad Arequipa, città il cui centro storico è patrimonio dell'umanità Unesco.

Pubblicità

Bolivia

Nella giornata numero 6 (giovedì 11) la corsa lascerà il Perù per entrare in Bolivia con i piloti che dopo 758 km dalla partenza di Arequipa raggiungeranno i 3640 metri di La Paz. Nella capitale boliviana è previsto il giorno di riposo, per ripartire sabato 13 con i 726 km della tappa 7, da La Paz a Uyuni. Con lo stage 8, di 584 km, domenica 14 si raggiungerà invece Tupiza.

Argentina

Lunedì 15 la gara varcherà il confine argentino arrivando a Salta dopo i 754 km della tappa 9. Con lo stage 10 (martedì 16), 795 km, si arriverà a Belèn; mentre la tappa 11 (mercoledì 17) con ulteriori 746 km porterà la corsa fino a Chilecito. Da qui partirà lo stage 12 (giovedì 18) con arrivo a San Juan dopo altri 722 km.

Pubblicità

La penultima giornata di gara (venerdì 19) sarà la più lunga del percorso, di ben 904 km, da San Juan a Cordoba, dove sabato 20 gennaio con gli ultimi 284 km di percorso andrà in scena lo stage numero 14 e ultimo della Dakar 2018.

Favoriti e copertura Tv

Nelle auto la grande favorita appare abbastanza evidente nella #Peugeot, casa che ha già annunciato il ritiro dal raid e che vorrà chiudere in bellezza difendendo i successi ottenuti nelle ultime due edizioni con Stephane Peterhansel, che tra auto e moto è l’uomo più vincente di sempre alla Dakar (13 successi totali, 7 auto, 6 moto). Senza dimenticare che alla guida della 3008 DKR il team francese potrà inoltre contare anche sul nove volte campione del mondo di rally Sebastien Loeb. La rivale più pericolosa sembra essere la Mini, che oltre alla collaudata e vincente Jcw 4x4, si presenterà a Lima anche con l’inedita Buggy a trazione posteriore, mentre il ruolo di terzo incomodo è affidato al team Toyota.

Nelle moto è invece assai più complicato trovare favoriti, ma tra i possibili non può certo mancare la Ktm con il vincitore della passata edizione Sam Sunderland.

In Tv: dal 6 al 20 gennaio prossimi la Dakar 2018 sarà coperta da Eurosport, con il riassunto di ogni tappa al termine della stessa e l’introduzione alla successiva.