Dopo i timori iniziali, il sollevamento popolare successivo e le indiscrezioni degli ultimi mesi, ecco la conferma di quanto già anticipato nello scorso mese di Luglio da Giovanni Malagò a margine di un incontro con i giornalisti delle principali testate nazionali: lo Yoga è stato iscritto al registro nazionale #CONI delle Discipline Sportive.

La pratica millenaria praticata ormai da milioni di persone in tutto il mondo entra dunque ufficialmente nell’elenco degli Sport italiani e viene riconosciuta come tale, con tutte i logici effetti burocratici e fiscali che porterà tutto ciò in seno alle tantissime associazioni sportive che da anni si spendono con impegno e professionalità in questo ambito.

Già mesi fa Malagò, presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, aveva dichiarato: "Stiamo effettuando i controlli necessari anche con il CIO, ma posso affermare che lo #yoga sarà riconosciuta come disciplina sportiva". Ora le verifiche sembrano essersi concluse positivamente e, dopo la proroga al 31 Dicembre 2017 in attesa di un pronunciamento definitivo, il 2018 si apre con una notizia molto attesa nel mondo sportivo italiano.

Yoga come attività sportiva finalizzata alla salute

Lo Yoga è inserito nella «Attività Sportiva Ginnastica finalizzata alla Salute ed al Fitness» e dunque si vede riconosciuta la propria valenza sportiva a 360 gradi. Una disciplina che da sempre unisce il corpo e la mente e permette di migliorare mobilità, coordinazione, aumentando anche le proprie capacità di concentrazione.

Proprio come tanti altri sport più o meno noti che da sempre trovano casa nell’universo atletico-sportivo. Da non dimenticare nemmeno i benefici sull’assetto posturale e sulla capacità respiratoria, oltre a quelli che lo Yoga permette di centrare nel contesto dell’abbattimento di stress e tensioni varie.

Insomma, dopo il primo pronunciamento del CONI ad inizio 2017 che escludeva lo Yoga, è finalmente giunta a termine una sorta di campagna di civiltà promossa da associazioni ed Enti di Promozione Sportiva in favore di una disciplina che merita il riconoscimento dato a tante altre.

In attesa di leggere nel dettaglio la Delibera del CONI del 19 dicembre 2017, la notizia oggi è questa: lo YOGA diventa disciplina iscrivibile al registro CONI, dunque disciplina sportiva a tutti gli effetti.

Stesso discorso vale poi anche per un’altra attività che negli ultimi anni ha registrato un’espansione ed un ampliamento davvero significativo soprattutto fra i più giovani, ovvero il #parkour, anch’esso iscrivibile al registro CONI in seguito alla delibera del 19/12/2017.

Dal 1° Gennaio il nuovo registro CONI per ASD e SSD

Tutte queste novità sono legate al debutto di queste ore (dal 1° Gennaio 2018) del nuovo Registro delle Società ed Associazioni Sportive, iscrizione obbligatoria per tutte le Associazione Sportive Dilettantistiche (ASD) e le Società Sportive Dilettantistiche (SSD) al fine di usufruire dei benefici fiscali previsti dalla normativa.