L'allerta meteo per Roma e per molte altre zone della nostra penisola dovrebbe essersi conclusa alla mezzanotte di ieri, ma da allora siamo in una fase che la protezione civile definisce "di attenzione" fin quando la perturbazione che sta attraversando l'Italia non esaurirà la sua azione. Le precipitazioni sono state in generale copiose, ma non in grado per intensità di generare fenomeni calamitosi, come purtroppo accaduto a Genova ed in molte località soprattutto della Toscana solo poche settimane fa.

Pubblicità
Pubblicità

L'allerta meteo per Roma è dunque cessata, per far posto ad una fase di attenzione, durante la quale i cittadini dovranno comunque osservare le condotte consigliate dalla protezione civile, come, in particolare, quella di evitare di passare la notte in locali che si trovano sotto il livello stradale. L'allerta meteo per Roma aveva generato una reazione forse eccessiva da parte delle autorità, che avevano addirittura chiuso le scuole della capitale per tutta la giornata di lunedì 3 novembre, ma l'esperienza in questo caso ci dice che è meglio non sottovalutare questi fenomeni, magari rischiando di esagerare con le misure di sicurezza.

Pubblicità

Per la situazione generale delle precipitazioni sulla nostra penisola, possiamo dire che particolare allarme ha suscitato il livello raggiunto nelle scorse ore dal fiume Taro, ma la situazione, anche in questo caso, pare essere sotto controllo ed è scongiurata una esondazione del corso d'acqua. Tutta la popolazione che vive nelle vicinanze dei punti critici individuati per una eventuale esondazione del fiume Taro è stata comunque allertata e preparata ad un eventuale veloce sgombero delle abitazioni, da attuarsi insieme ad i vigili del fuoco ed ai membri della protezione civile.

Possiamo concludere affermando che l'allerta meteo per Roma si concluderà definitivamente oggi e che, per il prossimo fine settimana, è previsto l'arrivo di una nuova perturbazione, che però sarà di una intensità minore rispetto a quella transitata sulla penisola nei giorni scorsi.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto