Il gruppo Repower lavora nel settore elettrico da oltre cento anni, la sua sede principale è situata a Poschiavo, ma opera anche in Italia, Svizzera e Romania. L'azienda si occupa principalmente di piccole e media imprese, ed ogni giorno è alla ricerca di nuove soluzioni per risolvere il problema dell'inquinamento: l'imbarcazione elettrica e la rete di ricarica sul lago di Garda sono due progetti a impatto zero per il nostro pianeta. Sempre più spesso se ne sente parlare: ci riferiamo alla mobilità elettrica, che da alcuni anni a questa parte si è diffusa nel mondo dei trasporti. In passato,  era impossibile muoversi rapidamente senza inquinare, mentre oggi è possibile grazie a nuovi sistemi di ricarica.

Pubblicità
Pubblicità

Palina e Bitta: i vantaggi della mobilità elettrica

Palina è una torretta di ricarica che possiamo trovare agli angoli delle strade. I due inventori, Italo Rota e Alessandro Pedretti hanno creato uno strumento che non solo fornisce energia al veicolo, ma può anche illuminare, collegarsi alla rete e veicolare contenuti multimediali sul display da 10 pollici. Inoltre, Palina è un oggetto che abbellisce l'ambiente urbano grazie al design innovativo.

Bitta, la modalità di ricarica di Repowell
Bitta, la modalità di ricarica di Repowell

Molti pensano che queste station di ricarica sono presenti soltanto nelle città, in realtà non è così. Bitta è una stazione di ricarica che si adatta ad ambienti chiusi o aperti: si installa a muro oppure a terra su palo. Il software presente all'interno di Bitta regola l'assorbimento di energia elettrica e sfrutta i vari livelli di potenza. Quest'ultima ha vinto il premio internazionale Compasso d'oro 2016.

Imbarcazione elettrica e station di ricarica

Repower ha creato un'imbarcazione completamente elettrica che consente di trasportare 30 persone in condizioni di massima sicurezza e senza inquinare l'ambiente circostante.

Pubblicità

Il primo prototipo di barca elettrica è stato varato sul lago di Garda nel marzo 2016 ed un secondo prenderà il largo a breve. Proprio qui, l'azienda svizzera sta sviluppando la prima rete di ricarica elettrica intermodale, dando la possibilità di usare la stessa tecnologia alle imbarcazioni così come alle auto elettriche. Se vuoi continuare a ricevere i nostri aggiornamenti clicca sul tasto Segui.

Leggi tutto e guarda il video