Sono state rinvenute le tracce più antiche di un animale vissuto sulla Terra. Si tratta del fossile di un verme risalente a 550 milioni di anni fa, ritrovato in un'area del sud della Cina nei pressi della città di Yiling. L'esemplare scoperto, descritto sulla rivista Nature, è un verme molto simile ad un moderno millepiedi, ed è stato denominato Yilingia spiciformis, a causa della zona in cui è stato trovato.

Le tracce dell'animale sono state riportate alla luce da un gruppo di ricerca proveniente dall'Istituto di Geologia e Paleontologia dell'Accademia cinese, diretto da Zhe Chen, e dal gruppo di Virgina Tech, condotto da Shuhai Xiao.

L'animale più antico vissuto sulla Terra (fino adesso)

L'esemplare di animale più antico vissuto sulla Terra è stato descritto su Nature come un verme lungo fino a 27 centimetri, con un diametro compreso tra 5 e 26 millimetri, e caratterizzato da 50 segmenti. Grazie a 35 tracce fossili rinvenute nel sud della Cina, nella località di Yiling, i paleontologi hanno potuto descrivere anche il movimento dell'animale, ipotizzando che sia stato il primo verme sulla Terra dotato della capacità di movimento, da cui ha avuto origine la successiva evoluzione.

Lo studio di questo esemplare che ha lasciato tracce in 35 fossili è ancora in fase di elaborazione.

I ricercatori sperano infatti di poter identificare non soltanto ulteriori caratteristiche rispetto al medesimo, ma anche informazioni relative all'evoluzione degli animali. Infatti le sue tracce possono rilevare molti aspetti sull'evolversi del movimento negli animali che ha avuto luogo dai primi vermi vissuti sulla Terra fino ai giorni nostri. L'esemplare in questione sarebbe comunque stato il primo a effettuare una sorta di movimento grazie alle caratteristiche del suo corpo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ambiente

Altri fossili antichi

L'esemplare Yilingia spiciformis è stato il più antico reperto rinvenuto, ma non l'unico importante. Non meno significativa è stata la scoperta di un fossile di pinguino gigante, vissuto circa 60 milioni di anni fa. Si tratta di una specie esistente in un periodo successivo all'estinzione dei dinosauri. Il fossile del pinguino gigante, denominato Crossvallia waiparensis, è stato rinvenuto in prossimità del fiume Waipara in Nuova Zelanda.

Grazie al fossile trovato è stato possibile risalire alle dimensioni di questo pinguino vissuto 60 milioni di anni fa. Secondo i paleontologi Crossvallia waiparensis pesa il doppio della specie attuale. Infatti l'antico pinguino gigante, dal peso di 80 kg, avrebbe raggiunto l'altezza di un uomo ed avrebbe avuto una capacità di nuotare decisamente maggiore rispetto ai pinguini moderni.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto