Da lunedì cinque ottobre tutti gli automobilisti italiani non avranno più bisogno di esporre il tagliando giallo dell'assicurazione sul parabrezza dell'auto. Non è l'unica novità, infatti sparirà anche il "CDP" certificato di proprietàche, per chi non lo sapesse, è il foglio che reca in alto la sigla "PRA". Ormai iltutto sarà online, racchiuso in un grande database nazionale, come lo è già da tempo, ma sarà visibile a tutti, portando le forze dell'ordine ad avere in tempo realetutte le notizie riguardanti: l'assicurazione, fermi amministrativi, ipoteche e tutto ciò che incombe sulle auto degli italiani.

Cambiamenti radicali sul fronte assicurazione

Continuando con le informazioni, c'è da sapere chele pattuglie saranno fornite delletelecamere delle ZTL,connesse sempre online per un riscontro immediato, quindi l'automobilista non sarà più tenuto ad esporre il tagliando assicurativo e potrà tenerlo anche a casa, perché non servirà più. Addirittura, dal febbraio 2016, sparirà del tutto, mentre si avrà sempre l'obbligo di tenere in auto il contratto assicurativo che servirà in caso d'incidente per scambiare i dati dei soggetti interessati. IlCDP(certificato di proprietà), lascerà il posto al documento unico di proprietà dal costo di 29€, che servirà anche come carta di circolazione, facendo sparire anche il PRA.

L'esclusione del PRAfarà avere un risparmio di 39€ a chi acquista auto usate da privato o autosalone; riassumendo, quindi, l'automobilista non potrà più essere multato per la mancata esposizione del tagliando assicurativo.

Infine, si ricorda che le forze dell'ordine, in qualunque momento, potranno verificare tutti i dati dell' auto in tempo reale grazie agli autovelox e alle telecamere che sono presenti in tutto il territorio, che immagazzinano dati e targheper i riscontri, e di conseguenza potreste trovarvi a casa notifiche di multe senza essere stati mai fermati.

Con questo è tutto, se vi va potete seguirmi cliccando il tasto "Segui" in alto, alla prossima.

Segui la nostra pagina Facebook!