Ieri sera tanti giovani sanseveresi (e non solo) hanno riempito piazza Municipio per la seconda edizione del South's Day, la fortunata manifestazione organizzata dall'associazione studentesca Avanguardia-Diritti al Futuro, che quest'anno si è arricchita dei preziosi patrocini del Comune di San Severo e della Consulta Provinciale degli Studenti di Foggia, oltre che della collaborazione col Black Dogs Group, sponsor ufficiale dell'evento, e col MAT-Museo dell'Alto Tavoliere, per l'inaugurazione di "Splash-Archivio Andrea Pazienza", la mostra permanente dedicata al giovane fumettista sanseverese, prematuramente scomparso nel 1988 all'età di 32 anni.

Una notte per gli studenti.

"In questa notte interamente dedicata e pensata dagli studenti per gli studenti - come ci spiega Attilio Di Sabato, uno degli organizzatori - il South's Day ha voluto presentarsi come un concerto, un momento d'incontro attraverso il quale, divertendosi, si è riusciti nell'intento di sensibilizzare i partecipanti su tematiche care al Meridione e, naturalmente, a San Severo". Quello della sicurezza , presupposto imprescindibile per il miglioramento della qualità della vita nelle nostre città, è stato il tema caldo della manifestazione. Dal palco è stato infatti spiegato che la dilagante criminalità sta uccidendo le coscienze delle nostre popolazioni, insicure ed indifese, portandole a considerare la delinquenza più affidabile delle sempre meno efficaci Istituzioni e perciò, molto frequentemente, i nostri giovani mostrano insofferenza per le cattive condizioni in cui versano le nostre città, sognando di scappare via, di abbandonare la nave che affonda, alla ricerca di migliori speranze e più possibilità che, tuttavia, il nostro territorio già offre, ma che i giovani hanno bisogno di riscoprire collaborando tra di loro e non senza il doveroso ausilio delle Istituzioni. Non minore importanza ha assunto il tema degli spazi pubblici, laboratori che possono seriamente stimolare la creatività, lo scambio di idee e promuovere l'aggregazione sociale, luoghi che a San Severo certo non mancano, ma occorre però semplificarne la fruibilità, riducendo gli onerosi adempimenti burocratici che ne ostacolano una più libera accessibilità.

Molti gli ospiti della serata, tra cui Simona Venditti (Ass.re alle Politiche Giovanili), Francesco Di Maso (Presidente della CPS) e Giuseppe Ciccomascolo (giornalista de L'Attacco). Tra gli artisti che hanno calcato il palcoscenico troviamo "Italo e le sue fantastiche bare bianche", "Karma", "Antonio Manduzio & Michele Augelli" e "Gabriele Minischetti GAB". A chiusura di serata l'immancabile DJ Set a cura di Piero DJ, Luca Persiani e Francesco Grippa.

"C'è ancora qualcuno che crede in San Severo". 

Positivo è il resoconto a conclusione dell'evento, come quello lasciato da Antonino Di Lullo, organizzatore e da noi intervistato: "Personalmente sono molto soddisfatto poiché, nonostante fosse sabato sera, molti giovani e meno giovani hanno preso parte alla manifestazione, dimostrando che il nostro lavoro non è stato vano e che c'è qualcuno che ancora crede in San Severo, una città che, con i mezzi appropriati può offrire tanto alle nuove generazioni". Il pensiero di Di Lullo è anche il nostro e perciò giunga un grande e personale in bocca al lupo alle ragazze ed ai ragazzi dello staff, con la speranza che il progetto possa proseguire negli anni, perché altre edizioni di questa bellissima manifestazione possano vedere la luce. Ad maiora semper!

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto