Il G7 finanziario quest'anno si svolgerà nel capoluogo pugliese dall'11 al 13 maggio e, come dimostra la mappa visibile nell'immagine di copertina, sono state evidenziate le zone interessate da restrizioni al traffico.

I luoghi del G7

Le location dell'evento saranno il Teatro Petruzzelli, alcune aule dell'Università di Bari 'Aldo Moro', il Castello Svevo, finalmente riaperto al pubblico per ospitare le delegazioni del G7, e l'Albergo delle Nazioni. L'evento sarà un'occasione non solo per Bari, ma anche per Matera che verrà visitata il 12 maggio. Saranno previste visite di Bari Vecchia e della Cattedrale e degustazioni gastronomiche.

I delegati presenti

Al summit dei tre giorni parteciperanno i ministri delle Finanze, i presidenti delle banche centrali, i rappresentanti della Banca Centrale Europea e i responsabili del Fondo monetario internazionale. La scelta del capoluogo pugliese è stata del ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan che defisce il G7 come un'opportunità unica per discutere di lavoro e crescita.

La zona rossa

La zona interessata sarà il centro città e in particolare l'area di massima sicurezza e riservatezza sarà quella intorno al Castello Svevo, piazza Massari e banchina di Santa Chiara che sarà impercorribile. Muniti di pass rilasciati dalla questura, i residenti e i negozianti potranno passare. Non ci saranno limitazioni per pedoni e bici nell'area di Bari Vecchia, ma restrizioni per le auto. In via Piccini sarà possibile transitare, ma non parcheggiare.

I migliori video del giorno

Si potrà passeggiare e correre sul lungomare, ma ci sarà divieto di sosta e transito sul lungomare Vittorio Veneto tra via Bonnazzi e la Dogana. Il traffico sarà sospeso su via Dalmazia esclusivamente fino al Grande Albergo delle Nazioni. Uffici e Negozi: si potrà percorrere liberamente Corso Cavour anche in auto tranne nel pomeriggio di giovedì 13 maggio. Resteranno aperti gli uffici pubblici, l'Università e probabilmente anche i negozi.

Le misure di sicurezza

Prefettura e Questura hanno ultimato le strategie e le misure antiterrorismo per garantire la sicurezza della città. Saranno controllati i transiti nelle stazioni, nel porto e negli aeroporti, ci saranno rinforzi per la polizia, carabinieri e corpi speciali e verranno utilizzati tre droni che sorveglieranno la città dall'alto, 250 telecamere di proprietà del comune e 40 smartphone e dispositivi che verranno assegnati alle volanti della polizia.