Non solo Samuel Eto'o. L'Inter vuole chiudere anche per un esterno di centrocampo, un calciatore che abbia la forza e i polmoni per meglio interpretare il 3-5-2 di Walter Mazzarri. Identikit perfetto di Mauricio Isla, esterno della Juventus già lo scorso luglio vicino a vestire il nerazzurro.

Il cileno, strappato all'Inter dalle decisioni di Antonio Conte (dispetto ai rivali di sempre), vuole trasferirsi a Milano e rimettersi in gioco dopo una stagione tribolata, contraddistinta da un lungo infortunio e da poche presenze con la maglia della squadra campione d'Italia.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Isla chiama insomma, la Juve sembra anche disposta ad accontentarlo, ma stavolta è l'Inter a nicchiare, forse indispettita dall'atteggiamento della controparte. In ogni caso, la palla ora è nel campo dei nerazzurri che devono decidere se avanzare o ritirarsi.

Di certo, se l'affare andrà in porto, si farà a condizioni diverse da quelle di un mese fa, quando i bianconeri chiedevano 7 milioni per la cessione della metà in mano alla Juve, la restante è dell'Udinese.

Mazzarri, nonostante il giovane Wallace e la crescita di Jonathan, vuole un esterno di sicuro affidamento. Però si potrebbe fare solo sul finire di mercato. Condizione fondamentale per un rilancio nerazzurro sono le cessioni: la società meneghina potrebbe fare cassa cedendo Zradko Kuzmanovic (il West Ham insiste) e magari lo stesso Jonathan, reclamato dal Parma. Solo così il cileno potrebbe vedere il suo desiderio di arrivare all'Inter, in un'operazione che metterebbe d'accordo tutte le parti, specie Mazzarri che chiede da tempo un esterno a gran voce.