Svanito il grande colpo degli ultimi giorni di calciomercato, in casa Inter si punta di nuovo su obiettivi più alla sua portata del club e maggiormente necessari al completamento dell'attuale rosa che, soprattutto in alcuni ruoli, presenta delle evidenti lacune.

Ci si riferisce, in particolare, al settore delle corsie laterali dove, indifferentemente a destra ed a sinistra, gli attuali calciatori non danno le giuste garanzie al tecnico Walter Mazzarri.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Così, congelata la trattativa per il cileno della Juventus Isla, l'Inter continua il pressing su Marquinho della Roma, il quale non sembra rientrare nelle idee tattiche del tecnico Garcia.

Il prezzo è abbastanza accessibile (non oltre i sei milioni), ma prima di acquistare l'Inter vorrebbe vendere: così dovesse piazzare Pereira (per cui sembrano non mancare offerte dalla Turchia e dall'Inghilterra), reinvestirebbe immediatamente il denaro ricevuto per il brasiliano della Roma. Non dovesse riuscire a piazzare almeno un esterno, sarà difficile convincere l'attuale proprietario e presidente dell'Inter Massimo Moratti a fare un ulteriore investimento. Anche per Van der Wiel, oramai, sembra difficile si possa sbloccare l'attuale situazione di stallo.

Per la difesa, invece, nelle ultime ore è spuntato un nome nuovo: si tratta del giovane difensore classe 95 dell'Eintracht Francoforte Kempf per cui c'è da vincere una forte concorrente di Milan e Juventus.

Per quanto concerne le cessioni, l'Inter è piuttosto vigile sul mercato: ceduto Schelotto, lunedì toccherà ad Obi lasciare Milano con destinazione Parma.

I migliori video del giorno

L'operazione è stata definita pochi minuti fa con un prestito secco, modalità identica a quella che ha portato Wallace dal Chelsea all'Inter.