Le parole dell'a.d. rossonero Galliani fanno presagire che sia Honda che Ljajic non arriveranno a Milano in estate, facciamo quindi il punto sulle ultime riguardanti il Calciomercato del Milan.

Che Keisuke Honda sia, ad oggi, destinato a far parte delle rosa rossonera, almeno da gennaio, è un dato di fatto. I tifosi possono già sognare pensando  allo schieramento tattico della squadra impreziosita dal gioiello nipponico, salvo clamorosi colpi di scena. Il problema reale è che il giocatore del Cska ha un contratto in scadenza a gennaio e prima di allora il presidente del club russo, Evgeny Giner, non ha assolutamente intenzione di privarsi del proprio giocatore, nonostante la volontà di Keisuke di trasferirsi a Milano fin da subito.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Milan

Gli innumerevoli tentativi da parte della dirigenza del Milan e del giocatore interessato per concludere la trattativa entro il 15 di Agosto (data entro la quale dovranno essere presentate le convocazioni ai preliminari di Champions) si sono concluse in un "nulla di fatto" e il quarto Milan di Allegri, a quanto pare, dovrà privarsi del piede "vellutato" di Honda per la prima metà di campionato e per l'intero torneo di Champions League.

Le parole di Galliani, in un intervista rilasciata a Milan Channel sono chiare: "Per Honda non ci sono possibilità, il presidente del Cska è in vacanza".

Chiusa anche la pista Ljajic, almeno per ora: Il trequartista viola è nel mirino del Milan ormai da tempo ma la Fiorentina vuole blindare il proprio giocatore con una clausola che ne consenta le trattative solo con l'estero. Come afferma Galliani "non sono previste trattative con la famiglia Della Valle nel week-end", bisognerà quindi attendere gli sviluppi della vicenda nei prossimi giorni.

Smentita anche una possibile trattativa con il Real Madrid per il presunto acquisto o prestito di Kakà: "Con Florentino Perez abbiamo cenato perché siamo amici, non abbiamo parlato di calcio e non abbiamo parlato di mercato.

I migliori video del giorno

Ieri sera c'è stato anche Carlo Ancelotti, quindi incontri tra amici".

L'a.d. rossonero, a fine intervista, commenta la battuta di Allegri che si era detto fiducioso dell'operato della dirigenza, specialmente in fase di chiusura di mercato(così come successe con gli eccellenti acquisti di Hibrahimovic e Ronaldinho): "Vedremo se arriverà il regalo" . La sensazione è che questo regalo debba necessariamente arrivare per poter puntare almeno al terzo posto in campionato, visto le strepitose campagne acquisti delle dirette concorrenti (Napoli e Fiorentina su tutti). Ultime battute dedicate al settore giovanile: "Sono molto contento per i Giovanissimi, che sono ai quarti di finale della Manchester United Premier Cup".