Questa sera si disputano le ultime partite di ritorno dei play-offs di Champions League. Gli occhi degli italiani sono tutti puntati sullo stadio di San Siro dove il Milan affronterà il PSV Eindhoven. Sicuramente sarà questa la partita di cartello, ma non sarà l'unica interessante. Basti dire che più che il Milan, i tifosi della Juventus seguiranno con attenzione il Lione che è rimasta l'unica squadra, insieme ai rossoneri, a non permetterle di accedere alla seconda fascia dei gironi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Champions League

Ma andiamo ad analizzare le gare.

Partiamo ovviamente dal Milan. I rossoneri partono leggermente avvantaggiati dopo il pareggio per 1-1 contro il PSV ottenuto in Olanda.

Questo permette alla squadra di Allegri di qualificarsi anche con lo 0-0, ma a questi livelli è pericoloso puntare al pareggio a reti bianche. Il Milan non sembra molto in forma, ma probabilmente nell'ultima partita contro il Verona la testa era altrove e sicuramente questa sera vedremo in campo un'altra squadra. A parte gli infortunati di lungo corso, Allegri non ha problemi di formazione, ed anzi rientrano alcuni elementi importanti come Boateng e De Jong. Ma non ce li ha nemmeno Cocu che dice di conoscere il Milan sufficientemente bene da metterlo in difficoltà.

L'altro big match di giornata sarà sicuramente Real Sociedad - Lione. I francesi devono compiere l'impresa per ribaltare lo 0-2 con cui sono usciti sconfitti nella gara interna di una settimana fa, ed anche se hanno maggiore esperienza internazionale, la rosa di quest'anno sembra inferiore a quelle del passato.

I migliori video del giorno

Osservato speciale è Antoine Griezmann, marcatore all'andata ma con il Lione nel cuore visto che è nato a 60 km dalla città francese.

Sulla carta l'unica squadra che dovrebbe essere sicura del passaggio del turno è lo Zenit Sanpietroburgo che all'andata ha rifilato 4 gol al Pacos de Ferreira. Peraltro in casa portoghese. Lo Zenit non sta passando un momento eccezionale, ma è molto più avanti nella preparazione visto che il campionato russo è già quasi alla fine del girone d'andata, ed i piccoli ed inesperti portoghesi sembrano avere ben poche chance di sconfiggere Arshavin e compagni.

La sorpresa di giornata invece potrebbe essere lo Shakter. No, non la squadra di Donetsk, ma quella di Karagandy, città del Kazakistan che potrebbe essere la prima nella storia del suo Paese a partecipare alla fase a gironi della Champions League. All'andata ha vinto in casa 2-0 contro il Celtic, ma deve fare i conti con la partita in terra scozzese che è difficile per tutti, come ricorda il Barcellona sconfitto lo scorso anno in quel di Glasgow.

Il coach Lennon non si farà più sorprendere, ha detto di aver studiato meglio gli avversari ed ora non commetterà più l'errore di sottovalutarli. A concludere la serata sarà Maribor - Viktoria Plzen. L'andata è finita 3-1 per i cechi, ed il Maribor per passare deve vincere per 2-0 o con uno scarto maggiore. Il Viktoria pare comunque favorito anche perché ha una rosa più competitiva. Per entrambi sarebbe la seconda partecipazione della storia alla fase a gironi della Champions League.