In campionato rispunta la "viola". La  conferma arriva dal posticipo di ieri del "Franchi," terminato con la vittoria della Fiorentina di Montella contro il Catania per 2 a 1.

Priva di Liajic, mandato anticipatamente a casa dal tecnico napoletano, per alcuni dissapori sorti, a quanto pare, all'interno dello spogliatoio con i compagni di squadra, la Fiorentina contro il Catania non ha certamente brillato, ma ha dimostrato tanto carattere, riuscendo alla fine a conquistare quei tre punti necessari che danno morale e carica giusta al gruppo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Fiorentina

La nota positiva è senza dubbio il ritorno al gol di Rossi, dopo il lungo infortunio subito nel passato. Eccezionale, e c'era da aspettarselo, la prestazione di Cuadrado, un giocatore che poche squadre hanno, capace con la sua velocità di saltare l'uomo e bucare le difese sugli esterni.

Rimandato, invece, il giudizio per Mario Gomez. il "gigante" dell'attacco viola certamente si è impegnato molto ed è stato sfortunato alla fine del primo tempo, quando a portiere battuto, ha colpito, da favorevole posizione in pieno il palo alla sinistra del portiere catanese.

Determinante nel bene e nel male è stato, invece, Pizzarro, che ha avuto anche il merito di riportare di nuovo in alto la sua squadra, siglando il gol della vittoria finale. Il vero dominatore del centrocampo viola però è stato Aquilani.Sempre presente a centrocampo, il "principino" ha sempre cucito trame interessanti, portando la viola a sbocciare man mano che passavano i minuti. Un noto proverbio dice: " Chi bene inizia è a metà dell'opera" e la Fiorentina ha iniziato bene. Ora importante è proseguire. Domenica prossima la trasferta di Genova contro il "griffone" sarà un test importante per le future ambizioni della viola.

I migliori video del giorno