Mercato Inter 2013 - A poche ore dalla pesante sconfitta per 3-0 contro un Real Madrid decisamente troppo forte per quest'Inter è tempo di riflessioni in casa nerazzurra. Riflessioni che, entro pochi giorni, devono portare a trovare strategie in grado di far raggiungere gli ultimi obiettivi di mercato ancora necessari per completare la rosa dell'Inter. Vediamo giocatore per giocatore, quale è la situazione ad oggi.

Wallace - procede lentamente la trattativa con i londinesi del Chelsea per il giovane laterale brasiliano Wallace.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Quello del terzino appare comunque un acquisto che si definirà all'inizio della prossima settimana quando il duo Branca Ausilio tenterà l'affondo decisivo. Pertanto, salvo clamorose novità, sarà Wallace il prossimo acquisto dell'Inter in questo finale di mercato estivo.

Rolando - Dopo che il giocatore ha superato con successo le visite mediche, è lo stesso sito ufficiale dell'Inter ad annunciare l'ufficialità dell'acquisto. Il difensore, giunto all'Inter per sostituire gli infortunati Chivu e Samuel, è stato acquistato con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto a favore dell'Inter.

Taider - La prossima settimana sarà decisiva anche per l'acquisto del centrocampista franco algerino del Bologna. La squadra felsinea chiede, per l'intero cartellino, 9 milioni, la seconda metà di Krhin e il prestito di Duncan o Mbaye. L'Inter, al contrario, vorrebbe acquistare la comproprietà del calciatore per 3,5 milioni di euro, la seconda metà di Krhin e il prestito di Duncan o Mbaye.

Eto'o - Dall'Inter trapela molto scetticismo sulle reali possibilità di riportare a Milano il mai dimenticato attaccante camerunense. Le rinunce economiche cui lo stesso Eto'o sarebbe disposto pur di far ritorno all'Inter non sarebbero sufficienti ad acquistare il giocatore dall'Anzhi.

I migliori video del giorno

Non bastasse questo, pare che il Chelsea abbia chiesto informazioni sul giocatore e si sa che quando si muovono Mourinho e Abramovich non ce n'è davvero per nessuno. Almeno per quest'Inter.