Un mese e mezzo dopo la partita di Confederations Cup che ha visto l'Italia uscire sconfitta con il Brasile di Neymar, l'attaccante rossonero è pronto a rientrare in campo con i compagni per la trasferta americana che vedrà la compagine Milan sfidare il Chelsea di Mourinho. Il talento bresciano dopo l'infortunio muscolare che l'ha tenuto lontano dal campo per quaranta giorni è finalmente pronto a rientrare, come da lui stesso annunciato tramite Twitter: "sono in partenza per New York.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Milan

Finalmente sto per tornare a giocare". Supermario ha inoltre twittato una foto della sua nuova cresta: schiarita e più alta.

Balotelli si è quindi imbarcato con i compagni per il volo diretto a New York per la tournée americana della squadra, il primo appuntamento contro i "Blues" è fissato nella notte tra domenica e lunedì, successivamente l'8 agosto il Milan si dirigerà a Miami per l'incontro successivo (l'avversario dipenderà dall'esito della partita con il Chelsea).

Parlando di mercato, le trattative per portare a Milano almeno uno degli oggetti del desiderio del club di via Turati (Honda e Ljajic) sembrano per ora in fase di stallo. La pista Cska sembra essere stata definitivamente abbandonata per far spazio alla trattativa con la Fiorentina per Adem Ljajic. Ricordiamo che nella giornata di ieri l'offerta dell' a.d. rossonero Galliani di 8 milioni è stata respinta dal numero uno viola Della Valle.

In attesa di sviluppi sul fronte mercato la società si è stretta attorno al proprio presidente, Silvio Berlusconi, dopo la sentenza Mediaset emessa ieri, sul sito internet del club è apparso un comunicato stampa a riguardo: "Sono ventisette anni che la vita dei milanisti è tutta da vivere e da raccontare. Grazie e solo grazie a Silvio Berlusconi oggi come sempre, oggi più che mai: i milanisti sono al fianco del presidente Berlusconi.

I migliori video del giorno

Quante volte è stato lui a dare la carica alla creatura che ama di più. Questa volta, se serve, saranno il Milan e i milanisti a ricambiare. Oggi quindi non solo grazie Presidente ma soprattutto, forza Presidente!".