Un'altra serata da dimenticare per i bianconeri, questa volta è la terza giornata di Champions League dove hanno però dimostrato carattere, ma anche rabbia, contro un Real Madrid che non ha fatto altro che realizzare due reti nel primo tempo per poi chiudersi in difesa per non far passare una squadra avversaria chiaramente superiore, sicuramente nella prima mezzora di gioco. Nonostante tutto, la Juventus è da applaudire per aver giocato in 10 per tutto il secondo tempo a causa dell'espulsione di Chiellini che è stato forse un po' troppo duro anche in altre occasioni e che naturalmente ha influito per tutto il resto della ripresa.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Per quanto riguarda infatti il rigore concesso a favore del Real, il fallo in area di Chiellini è stato confermato anche dalla moviola di canale 5 del dopo partita, come anche è stato validato il fallo, sempre di Chiellini, ai danni di un Ronaldo lanciato e che è stato colpito con una gomitata in pieno viso, chiaramente voluta e che ha decretato l'espulsione del giocatore juventino.

Con l'entrata di Bale nella ripresa, qualcosa si è mosso ma i lanci sono stati spesso troppo lunghi ed imprecisi e la furia di Conte si vede e si percepisce. Tutto sommato, il Real ha giocato un'ottima partita, con molta intelligenza e con l'unico obiettivo di portare a casa il risultato in casa, anche perchè i grandi campioni certamente non gli mancano.

Alcune decisioni arbitrali dubbie hanno macchiato una gara che poteva finire chiaramente con un pareggio perchè la Juve è stata fermata quasi sicuramente in almeno una chiara occasione da goal. Anche le polemiche non sono certo mancate come non è certo mancato anche il sorrisino ironico di Pirlo ed il pollice in alto di Conte verso l'arbitro a fine partita.

I bianconeri hanno spaventato fino al novantesimo minuto il Real e possono uscire dal campo con orgoglio ed a testa alta, evidentemente anche questa volta doveva andare così.

I migliori video del giorno

Conte dovrà lavorare ancora sia sul collettivo che sull'individuale, cercando di capire dove può essere il problema che affligge la squadra, soprattutto perchè i risultati negativi sia nel Campionato di Serie A che in Champions League, iniziano a diventare troppi.

Una cosa è certa, la Juventus non è in crisi e tra due settimane a Torino ci sarà la rivincita.

Risultato

Real Madrid - Juventus 2-1.

Marcatori

Cristiano Ronaldo (R) al 4', Llorente (J) al 22', Cristiano Ronaldo (R) rig. al 28' p.t.