La nona giornata del campionato di Serie A si apre con i due anticipi del sabato, Sampdoria-Atalanta e Inter-Verona. Al Meazza la squadra allenata da Walter Mazzarri cercherà di tornare alla vittoria dopo i recenti passaggi a vuoto di Trieste, Torino ed il ko interno contro la Roma. I nerazzurri in classifica occupano la quinta posizione, con 15 punti guadagnati nei primi otto turni del torneo.

In pochi avrebbero immaginato ad inizio stagione che il Verona di Andrea Mandorlini fosse davanti rispetto a Palacio e compagni.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

L'Hellas infatti, dopo la vittoria di misura sul Parma di domenica scorsa, staziona al quarto posto a quota 16 punti. La zona Champions League dista soltanto tre punti per i veneti, mentre il vantaggio sulla zona retrocessione è già di undici lunghezze.

Per la partita di domani sera Mazzarri dovrà ancora fare a meno di Hugo Campagnaro. L'ex difensore del Napoli ha lavorato a parte anche durante la sessione di allenamento di ieri e con tutta probabilità non sarà nemmeno presente nella lista dei convocati. In difesa il tecnico livornese potrebbe rilanciare dal primo minuto l'argentino Samuel.

The Wall sta bene e andrebbe a sostituire Rolando, ex gioiello del Porto, approdato lo scorso gennaio in Italia, sponda Napoli. Gradito ritorno anche per Ricky Alvarez, che aveva saltato la gara di domenica contro il Torino perché squalificato. L'argentino andrà ad occupare la posizione di trequartista alle spalle di Palacio, spedendo dunque in panchina Kovacic.

In casa Verona si contano due defezioni dell'ultima ora. Mandorlini è costretto infatti a fare a meno del difensore brasiliano Rafael Marques, tornato in Brasile dopo la morte della madre 70 enne.

I migliori video del giorno

Oltre a lui il tecnico dell'Hellas deve rinunciare a Ezequiel Cirigliano. L'ex fuoriclasse del River Plate ha rimediato nell'ultimo allenamento una distrazione al flessore della gamba destra.

Non si conoscono ancora i tempi di recupero ma si teme uno stop di almeno di due settimane per l'argentino. Anche per la trasferta del Meazza Mandorlini conferma come modulo di gioco il 4-3-3. In avanti Toni sarà affiancato da Iturbe e Martinho.

Prima del pronostico sull'anticipo serale di domani riportiamo i precedenti tra le due squadre. Nel dicembre scorso, al Meazza, l'Inter sconfisse 2-0 i veneti in Coppa Italia, decretandone l'eliminazione. Per l'ultima sfida giocata in Serie A dobbiamo invece risalire fino alla stagione 2001-2002, quando i nerazzurri con un doppio 3-0 conquistarono bottino pieno sia nella gara d'andata che in quella di ritorno.

Dal '99 ad oggi Inter e Verona si sono affrontate sette volte, ed in sei occasioni è stata la formazione meneghina a vincere. L'unico punto guadagnato dall'Hellas contro i nerazzurri fu nel match di ritorno giocato al Bentegodi durante la stagione 2000-2001. Per l'incontro di domani il pronostico è favorevole ai padroni di casa, nonostante la recente striscia positiva fatta segnare dai veneti.