Juventus capolista virtuale della Serie A. E già, perché per sapere se la vetta della classifica rimarrà bianconera bisognerà aspettare la fine dell'incontro del 25 novembre 2013, ultimo posticipo di questa frammentata tredicesima giornata di campionato, tra la Roma ed il Cagliari.

Resta il dato di fatto che, almeno per 24 ore, la Juventus di Antonio Conte è tornata a guidare il campionato stagione 2013-2014, uscendo vittoriosa dal difficile campo di Livorno dove ci sono volute due giocate da campione di Llorente prima e di Tevez dopo per regolare un avversario mai domo.

Pubblicità
Pubblicità

I punti di vantaggio sulla Roma, al momento sono due, e possono rimanere tali o ridursi ad uno in caso di sconfitta o di pareggio della formazione di monsieur Garcia che all'Olimpico dal terreno di gioco che porta ancora i segni dell'incontro di rugby tra la Nazionale italiana e quella argentina (cosa che ha fatto infuriare e non poco il tecnico giallorosso), troverà di fronte un Cagliari desideroso di compiere l'impresa.

Conte resta alla finestra e non fa calcoli, soddisfatto però della prestazione di una squadra scesa in campo in maniera rimaneggiata soprattutto nel reparto arretrato, causa infortuni e vicissitudini varie.

La Juve c'è, quindi, ed a questo punto sembra essere l'unica formazione da cui la Roma dovrà guardarsi bene nella lotta per lo scudetto, visto che il Napoli sembra aver perso lo smlto iniziale e l'Inter, che non è andata oltre il pari con il Bologna, resta sì una buona squadra ma non certo in grado di inserirsi nella lotta per il titolo di campione d'Italia.

Leggi tutto