Non c'è 30 senza 31, è questo che ieri sera avranno pensato i tifosi della Roma dopo 10 vittorie consecutive e ben 30 punti in cascina. Ieri la Roma di Rudi Garcia è stata invece frenata dal Torino con un gol di Cerci che al 63° ha sigillato il pareggio rispondendo alla rete di Strootman. Più passano le giornate e più Kevin Strootman cresce di condizione e pericolosità,  a Udine la vittoria era nata proprio dai suoi piedi, bravo a temporeggiare e ad aspettare Ljajic e il rimorchio di Bradley nell'azione del gol.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale A.S. Roma





L'olandese, ormai diventato l'arma in più che potrebbe servire alla roma nei momenti di stallo, ha dichiarato che è stato un vero peccato non aver vinto, ma che bisogna essere forti e lavorare duro per poter ottenere i tre punti già nella prossima partita.





Non sono mancate le polemiche alla fine della partita, con l'allenatore della Roma intervistato da Mediaset premium, ad aver risposto così ad una domanda sull'operato dell'arbitraggio. "L'importante è che la squadra abbia giocato con cuore e qualità soprattutto nel primo tempo - ha detto Garcia -, mi è piaciuto che fino alla fine abbiamo provato a vincere" . Ma cosa pensa il tecnico giallorosso dell'episodio di Pjanic dove sembra ci fosse il rigore? " Non l'ho visto, per me è cosi, l'allenatore e i giocatori sbagliano e anche gli arbitri, non cambia niente, sarebbe interessante guardare la classifica senza errori degli arbitri, è una cosa divertente. Il gioco è difficile, non è semplice arbitrare una partita dove tutto va veloce".



La società è già al lavoro per individuare i rinforzi per gennaio che servono alla squadra, le pedine giuste da inserire nello scacchiere di Garcia.

I migliori video del giorno

Bloccato il brasiliano Abner del curitiba under 17 ma che arriverà a fine giugno, in difesa piace Faouzi Ghoulam,  22enne giocatore del St. Etienne.



A centrocampo Yohan Cabaye (27), un fedelissimo di Garcia, sarebbe il massimo. Valutazione altissima (15 milioni) a fronte di un utilizzo non certo da top player e neanche da titolare fisso. Nel frattempo arrivano i complimenti a Garcia da Fabio Capello, ultimo allenatore a vincere lo scudetto con la Roma; il tecnico friulano ha applaudito il lavoro fatto dal collega francese, che portando i giallorossi in testa alla classifica ha ridato entusiasmo e convinzione ad un ambiente depresso dalle ultime deludenti stagioni.