Dopo le pesanti accuse da parte dell'ex tecnico della squadra interista Gian Piero Gasperini, non è tardata ad arrivare la risposta del capitano Javier Zanetti. Nella giornata di ieri l'attuale allenatore del Genoa, più che togliersi qualche sassolino dalla scarpa, tirò fuori delle vere e proprie pietre per "lanciarle" in direzione Milano. Gasperini affermò che l'Inter è riuscita a vincere qualche titolo solo grazie a calciopoli, lasciando intendere che qual'ora ci fosse stata la Juventus non ci sarebbe stato nessun triplete.

Ma c'è dell'altro, continua sparando a zero sulla società, specialmente sull'ex presidente Massimo Moratti, che gli negò la fiducia in quanto utilizzava la difesa a tre, quasi come uno sprovveduto.

Il Gasp ieri ha voluto sottolineare proprio il modo in cui gioca l'attuale Inter, definita una squadra inceppata, proprio con la difesa a tre, come la sua Inter. 

Gian Piero salva solo i due ex tecnici Josè Mourinho attualmente al Chelsea, e Rafa Benitez l'attuale allenatore del Napoli, sul primo niente da dire le sue capacità non si discutono ne tanto meno quella squadra, sul secondo invece lo difende perchè è stato trattato alla stessa maniera, negando un po' di tempo in più e fiducia, vogliamo aggiungere una cosa, forse Gasp su questo ha ragione visti i magnifici risultati col Napoli.

Nel frattempo oggi è arrivata la replica da parte del capitano interista, Javier Zanetti, affermando:  "Forse Gasperini dimentica che l'Inter non ha vinto solo in Italia ma ha trionfato anche in Europa e nel mondo e questo, anche temporalmente, diversi anni dopo lo scandalo del 2006".

Parole molto semplici e chiare da parte dell'idolo dei tifosi, che dire in vista della sfida di domenica alle ore 15 Genoa - Inter, che vinca il migliore, Gasp contro l'Inter.