Zlatan non smette mai di sorprendere gli amanti del calcio grazie alla tipica umiltà del vero "bomber".

Johan Cruijff, campione che ha vinto il pallone d’oro come Van Basten, lo ha elogiato come un talento“dotato di una buona tecnica per un giocatore mediocre e una tecnica mediocreper un giocatore bravo.” Lui ha sobriamente rimandato al mittente mandandolo aquel paese e definendolo un ‘anziano’ che non ha capito nulla di calcio.

Zlatan non è un buon esempioda indicare ai bambini: non rispetta né deve niente a nessuno, si prende quelloche vuole guardandoti fisso negli occhi, senza fingere che grazie a lui la tuavita sarà migliore (a meno che non sia tu stesso a deciderlo), o viceversa.Zlatan non vuole entrare nel tuo cuore e cercherà di tutto perché siaimpossibile immedesimarsi in lui.

Zlatan è Zlatan, e noi non siamo un cazzo.

Compagni disquadra, giornalisti eccessivamente curiosi e ficcanaso vari che,imprudentemente, hanno cercato durante la sua carriera di porre qualche domandina di troppo al campione,sono stati letteralmente fucilati dal bomber.

Con lo zingaro non puoischerzare se non vuoi che "ti spachi botilia".

Come racconta in un famoso editoriale il talento pallone d’oro Messi, nell’animo di Ibra vi è la costante e problematica coesistenza di due stati: il primo di un bambino, con l’amore per il calcio e la Playstation inseriti in un pensiero di vacanza permanente, l’altra parte troppo adulta e seriosa, con un comportamento asciutto e un dominio emotivo piuttosto fraintendibile.

Ecco in anteprima la photogallery TOP TEN delle 10FRASI più spaccone e arroganti del fuoriclasse svedese che, pur avendodimostrato di essere  sempre stato sul campo un grande campione del calciodei nostri giorni, dimostra come l’umiltà e il sentirsi pari agli altri non appartengano e non  rappresentino di certo l’aspetto caratteriale predominante del bomber svedese.



Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto