Verona – Napoli 0 – 3. Il risultato, il tabellino, i voti

Marcatori: Mertens 27' pt, Insigne 27' st, Dzemaili 31' st.

Verona (4-3-3): Rafael 5,5; Cacciatore 5,5, Maietta 6, Moras 5,5, Agostini 5,5; Hallfredsson 5,5 (dal 22' st Martinho 6), Jorginho 6, Romulo 6; Iturbe 6 (dal 36' st Donadel sv), Toni 5,5, Gomez 5 (dal 33' st Cacia sv).

All.: Mandorlini.

Napoli (4-2-3-1): Rafael 6,5; Maggio 6,5, Fernandez 6, Albiol 6, Armero 6; Inler 6 (dal 37' st Radosevic sv), Dzemaili 7; Callejon 6,5, Pandev 5,5 (daI 22' st Insigne 7), Mertens 7,5; Higuain 6 (dal 35' st Britos sv).

Pubblicità
Pubblicità

All.: Benitez.

Arbitro: Doveri.

Ammoniti: Dzemaili (N), Cacciatore (V).

Recuperi: 0' pt, 0' st.

Verona – Napoli 0 – 3. La cronaca

I primi minuti di gioco sono di studio. Le due squadre sono piuttosto guardinghe e cercano di scoprirsi il meno possibile. Poi, col passare dei minuti esce fuori il Verona che, pur non rendendosi pericoloso, alza il proprio baricentro costringendo il Napoli, un po' confusionario nell'impostazione del gioco, ad abbassarsi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie A SSC Napoli

Poi, al 27' il vantaggio del Napoli. Higuain serve Mertens sulla sinistra in posizione defilata. Il giocatore belga entra in area di rigore, rientra sul destro, tenendo a distanza l'avversario diretto, e poi lascia partire un destro a giro che, dopo un rimbalzo sul palo, si insacca in rete. La partita a quel punto cambia. Il Verona accusa il colpo, il Napoli comincia a salire di giri e prima Callejon col destro poi Higuain con un tiro di prima intenzione sul primo palo sfiorano il raddoppio.

Pubblicità

Il primo tempo si chiude senza recupero col Napoli meritatamente in vantaggio.

Il secondo tempo si apre, dopo pochi minuti, con una ghiotta occasione da gol per Toni. Scattato sul filo del fuorigioco, ha la possibilità di battere a rete ma Rafael respinge in tuffo alla propria destra. Il Verona non può sapere che qui di fatto si chiude la partita. Il Napoli diventa sempre più pericoloso in contropiede fino a quando, al 27', sull'ennesima ripartenza, Insigne mette in porta il passaggio al centro di Maggio.

Gli scaligeri si gettano in avanti generosamente ma non riescono a costruire nulla. Anzi, 4' dopo, ancora a coronamento di un contropiede, Dzemaili ribadisce in porta il pallone respinto da Rafael sulla prima conclusione di Insigne. Gli ultimi minuti non dicono più nulla.

Vittoria dunque meritata per il Napoli, che resta terzo a causa della concomitante vittoria della Roma. Dopo la vittoria della Juventus, in rimonta, a Cagliari e il pareggio della Fiorentina nell'anticipo del mattino, le prime tre allungano decisamente il passo. E' ormai chiaro a tutti quali solo le squadre più forti del campionato.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto