Si chiudono le porte della Serie A e i bianconeri dopo la riconferma di Antonio Conte alla guida della compagine bianconera si proiettano verso la prossima stagione con la voglia di investire. Il mercato della Juve si prospetta così acceso, costoso e variegato.

Conte chiede un 4-3-3

Conte chiede fermamente di poter abbandonare il 3-5-2 e adottare un 4-3-3; ma questo cambiamento richiede un grande sforzo economico da parte dei bianconeri. Per la difesa si parla di un esterno che potrebbe essere Evra, già in contatto con la società torinese, ma sarebbe molto più gradito a Conte Fabio Coentrao.

Dovrebbe essere confermata il resto della difesa.

Vidal in partenza?

La Juve dovrà ricostruire l'attacco aggiungendo due esterni, oggi assenti, ciò vuol dire un intenso spostamento di capitali. I soldi per rinforzare la rosa potrebbero arrivare dalla cessione del cileno Arturo Vidal, grande trascinatore di questa Juve, che potrebbe portare nelle casse bianconere il necessario per reinvestire bene. A centrocampo sembrano certe le riconferme di Pogba, Pirlo, Marchisio e Asamoah. Ad affiancarli potrebbe arrivare uno tra Candreva e Roberto Pereyra, oppure entrambi.

In arrivo Sanchez e Nani

L'attacco richiede una vera e propria rivoluzione ed un altro martire da sacrificare, Fernando Llorente.

Tevez è intoccabile dopo l'egregia stagione di quest'anno, così Fernando arrivato a costo zero è vendibile anche a 30 milioni; sarebbe il miglior rientro economico possibile che permetta di non destabilizzare gli equilibri della squadra, ulteriormente. Ma quelle due ali che nella formazione bianconera non ci sono dove saranno prese?

Secondo indiscrezioni si parla di Alexis Sanchez, già in trattativa e già indirizzato verso un trasferimento dal Barca a Torino, e Nani, il portoghese dello United. I due sarebbero ottimi punti di partenza della rivoluzione qualitativa chiesta dall'allenatore. Potrebbe arrivare un jolly per l'Europa, si tratta dell'esperto Didier Drogba.