Cesare Prandelli, dopo le dimissioni da commissario tecnico della Nazionale italiana, ha accettato l'offerta del Galatasaray e, all'inizio della settimana, dovrebbe essere ufficializzato il suo ingaggio da parte del club turco. Nel frattempo, l'allenatore italiano comincia a parlare con la nuova società per delineare gli obiettivi di mercato e dar forma alla squadra che vorrà mandare in campo nel campionato turco e in Europa. E in questo senso, i calciatori che Prandelli ha inserito nella sua lista di mercato sono molto vicini alla Nazionale italiana da lui guidata in questi anni.

I giocatori in questione sono tre oriundi che il tecnico di Orzinuovi ha convocato, con alterne fortune, nel corso della sua gestione azzurra. Si tratta di Pablo Osvaldo, Romulo e Gabriel Paletta. L'attaccante italo - argentino non è stato riscattato dalla Juventus ed è in rotta col Southampton che non vede l'ora di venderlo. Per quanto riguarda gli altri due obiettivi per il Calciomercato del Galatasaray, Prandelli sa che per Romulo dovrà entrare in concorrenza con Juventus e Roma, mentre per mettere le mani su Paletta sarà necessario superare la Lazio che da tempo sta trattando col Parma il difensore italo - argentino.

Prima di partire con gli acquisti, però, il Galatasaray dovrà sfoltire la rosa per rispettare le nuove norme del campionato turco che limiteranno l'acquisto di calciatori stranieri da parte dei club. Questi ultimi, infatti, dovranno presentare un massimo di 5 stranieri tra i titolari e fino a 3 nelle riserve, senza dimenticare i limiti di budget per rispettare il fair - play finanziario. Per questo motivo, la squadra di Istanbul dovrà cedere almeno 3-4 giocatori stranieri, tra i quali il difensore camerunense Chedjou e il terzino della Costa d'Avorio Eboué. Ma non è da escludere che, se dovessero arrivare offerte importanti per i vari Sneijder, Muslera e Felipe Melo, anche questi possano partire. Soltanto dopo aver effettuato le cessioni di alcuni stranieri, Prandelli potrà realmente coltivare il suo sogno di avere un Galatasaray alla "italiana".

Leggi tutto