Grazie alle reti di Nainggolan e Gervinho, quest'ultima in pieno recupero, la Roma ha portato a casa i primi 3 punti della stagione, battendo per 2-0 una buona Fiorentina dell'ex Montella.

De Sanctis 8: torna lui trai pali e la difesa, seppur arrangiata, torna a non subire gol. Dopo un primo tempo da spettatore, compie due gesti atletici da numero uno vero. Sempre sul pezzo, lo si vede quando legge in anticipo una giocata avversaria e va a chiudere sull’attaccante viola lanciato a rete da libero consumato, spazzando in fallo laterale.

Torosidis 7: nel primo tempo è devastante sull’out di destra, si propone di continuo ed è sempre pronto a chiudere in difesa.

Dalle sue parti è difficile sfondare.

Manolas 6,5: Buona la prima per l’ultimo arrivato in casa Roma. Ha solo tre allenamenti con i compagni, ma ha già fatto vedere le due doti. Vince tuti i contrasti aerei contro Mario Gomez e non è poco. Dal 66’ Keita 6,5: entra a dare compattezza in mezzo al campo, ma la qualità c’è e il colpo di tacco con cui inizia l’azione del gol lo dimostra. Affidabile.

Astori 7 - Fa il suo compito senza sbavature, provando a limitare l'azione degli attaccanti viola. Ci riesce ottimamente: esordio felice e coronato con la convocazione in azzurro.

Cole 5: sulla sua carriera nulla da dire per carità, ma se è stato preso il terzo terzino sinistro a due giorni dal termine del calcio mercato, dopo averne acquistati due in estate, qualche campanello d’allarme suona.

I migliori video del giorno

Garcia deve assolutamente ritrovare il Cole visto in Inghilterra. Quello visto anche oggi contro la Fiorentina è sembrato un corpo estraneo alla squadra.

Pjanic 7 - Lampi di genio per il bosniaco di Garcia, perno imprescindibile di questa squadra.Intelligenza tattica superiore alla media, controlla il bacino d’azione e crea superiorità numerica. Recupera anche palloni decisivi al limite dell’area. Da vero leader prende in mano la squadra a fine match.

De Rossi 7 -  Prima da mediano, poi da difensore: diga insormontabile, anima della Roma. Un leone.

Nainggolan 7,5: Il gol è la dimostrazione di tutta la sua tenacia: è attento su un pallone perso da Brillante, serve Gervinho e si rifà trovare pronto per un tiro non facile di esterno destro. Da applausi l’assist di prima che libera ancora Gervinho per il 2-0. Un mastino.

Iturbe 6,5: gara molto generosa la sua, esce stremato dopo che ha fatto tutta la fascia sinistra, dando una mano a Cole. Quando ne ha avuta la possibilità ha fatto vedere quanto può essere pericolo in avanti.

Dal 77' Ljajic 6: prova due volte la conclusione a rete, ma non è fortunato.

Totti 6,5: a 37 anni riesce ancora a portare a spasso le difese avversarie e tenere in campo palloni con rovesciate acrobatiche. Dal 69’ Florenzi 6: Garcia vede i suoi in sofferenza e mette dentro il jolly sempre pronto. Chissà quanto avrebbe fatto comodo a Prandelli uno così in Brasile!!!

Gervinho 7 - Non si smentisce. Prima si divora un paio di gol, poi insacca il definitivo 2-0. In mezzo, tante giocate importanti che spaccano la difesa viola. Aggiustasse la mira sottoporta, diventerebbe un vero top-player. Genio e sgregolatezza.

Garcia 8: vero e proprio trascinatore, da un anno a questa parte ha preso in mano le redini della squadra diventandone il leader. La sua Roma che ha fatto il record di punti nella storia del club per lui è solo un punto di partenza e lo ha dimostrato chiamando a raccolta il pubblico dell’Olimpico in un momento difficile per la squadra.