In attesa di scendere in campo nella trasferta di Verona, il Milan si porta avanti con il lavoro sondando il mercato internazionale tra parametri zero di livello e talenti che crescono come funghi in giro per il mondo e da scovare prima della concorrenza. In questi giorni è emersa la notizia di un possibile inserimento del club di via Aldo Rossi sulle tracce di Sami Khedira, fresco campione del Mondo e prossimo alla scadenza contrattuale con il Real Madrid. Il tedesco non rinnoverà con il club di Florentino Perez e questa notizia ha fatto scatenare i top club di mezza Europa pronti ad accaparrarsi le prestazioni dell'ex talento dello Stoccarda.

Il Milan si trova risucchiato nelle retrovie causa lo stipendio proibitivo percepito nella sua esperienza madrilena, 5 milioni di euro, che in questo momento si possono permettere di pagare solo le 'grandi sorelle' d'Inghilterra con l'Arsenal data favorita nella volata finale dai colleghi d'oltre manica. Galliani dovrà dunque compiere un vero e proprio miracolo per riuscire ad aggiungere al personale elenco di parametri zero il nome del centrocampista tedesco, una mission resa un po' meno impossible grazie all'aiuto di Ancelotti che potrebbe convincerlo ad indossare la casacca rossonera.

Nodo rinnovo contatti - Galliani, tra un sogno di mercato e l'altro, dovrà adoperarsi per risolvere alcune situazioni spinose; al termine di questa stagione sportiva scadranno i contratti dei vari De Jong, Abate, Muntari, Pazzini e Abbiati.

I migliori video del giorno

La priorità è stata data al mediano olandese, che era stato cercato con insistenza da Van Gaal, con il quale manca l'intesa sulla durata del nuovo contratto (offerti due anni e richiesti tre) e ad Abate, la cui procura è gestita da Mino Raiola che ha già fatto sapere di chiedere un aumento di stipendio per il suo assistito. Tra i nomi citati in precedenza chi rischia seriamente di abbandonare Milanello è Pazzini, scavalcato nelle gerarchie da Torres e Menez il suo destino pare segnato, insieme ad Abbiati per il quale si prospetta un futuro da preparatore dei portieri.