Annuncio
Annuncio
Empoli-Juventus, valida per la decima di A, si gioca con orario 18:00 l'1 novembre 2014 con le due formazioni che faranno di tutto per superarsi. La prima ha soltanto da guadagnare da questa difficile sfida nella quale è largamente battuta sulla carta mentre la capolista, in coabitazione con la Roma di Garcia, non vuole assolutamente perdere terreno anche perché l'avversario è chiamato alla delicatissima trasferta napoletana. Vedremo l'incontro su Sky Sport o a scelta tramite Mediaset Premium. Brucia e neanche poco la battuta d'arresto di Genova dove la Juventus ha perduto l'imbattibilità in campionato mentre sono già due i ko in Champions league. C'è qualcosa che non quadra negli schemi della vecchia signora negli ultimi tempi. Allegri dà segni di nervosismo emersi non solo dopo la gara di Marassi (ricordate i battibecchi con Arrigo Sacchi in tv?).

I possibili schieramenti della gara Empoli-Juventus

Empoli (4-3-1-2): Bassi; Hysaj, Rugani, Tonelli, Rui; Vecino, Valdifiori, Croce; Zielinski; Pucciarelli, Maccarone (Tavano).

Mister: Sarri.



Juventus (3-5-2): Buffon; Chiellini, Bonucci, Ogbonna; Asamoah, Pogba, Pirlo, Pereyra, Lichtsteiner; Tevez, Morata (Coman).

Mister: Allegri.



Naturalmente solo poche ore prima dell'orario d'iizio dell'incontro sarà possibile conoscere le formazioni ufficiali. Allegri dovrebbe comunque puntare forte sul professor Pirlo, indispensabile per alzare il livello qualitativo della mediana. Out Caceres e Barzagli (soprattutto il secondo poteva tornare utile). Per l'Empoli da sciogliere il rebus Guarente. Attenzione al sorprendente Empoli di questo primo scorcio di stagione.  Oltre a Empoli-Juventus sabato 1 novembre 2014 sono in programma Napoli-Roma ore 15:00 e Parma-Inter ore 20:45. Tra le gare di domenica va segnalata Sampdoria-Fiorentina. Il decimo turno di Serie A si presenta molto interessante al punto che non escludiamo clamorose sorprese. A leggere le probabili formazioni di Empoli e Juventus non ci dovrebbe essere partita ma i torinesi vivono un momento estremamente delicato dal lato psicologico. Una seconda sconfitta di fila sarebbe un fatto davvero clamoroso.