La Juventus cade sul campo del Genoa e, vista la concomitante vittoria della Roma sul Cesena, viene raggiunta al primo posto della classifica dai giallorossi di Rudi Garcia. Partita stregata per i bianconeri, che hanno attaccato molto ma che sono stati puniti al quarto minuto di recupero da Antonini, che ha regalato la vittoria al Genoa. Ecco le pagelle e i voti dei giocatori della Juventus in Genoa-Juventus 1-0, partita valida per la nona giornata del campionato di Serie A.

Buffon 6: beffato dal tocco di Matri che ha favorito il gol di Antonini, non può festeggiare la presenza numero 500 con la maglia della Juventus.

Bonucci 6: fino all'ultimo minuto se l'era cavata abbastanza bene contro gli attaccanti del Genoa.

Ogbonna 6: sfortunato quando colpisce il palo. Per il resto gioca con intensità ed esperienza.

Chiellini 5.5: nervoso, si fa ammonire, rischia anche il rosso per un contrasto con Rosi. Poi sbanda nel finale e la Juventus va al tappeto.

Lichtsteiner 6: a destra gioca sempre lui e allora non bisogna stupirsi se ha qualche battuta a vuoto. Indubbiamente ha un po' le batterie scariche.

Vidal 5.5: da un campione come lui è lecito sempre attendersi qualcosa in più. Stavolta non riesce a graffiare. Dal 34'st Pereyra sv: non riesce ad essere incisivo nei pochi minuti che gioca.

Marchisio 5.5: preferito a Pirlo in cabina di regia, prova a dirigere la squadra bianconera ma non è stato lucidissimo.

Pogba 5: una serata storta può capitare anche ad un campione come lui. Non riesce a concludere in maniera pericolosa ed è apparso anche abbastanza nervoso.

I migliori video del giorno

Asamoah 6: il solito pendolino sulla fascia sinistra, anche se pure lui non riesce ad essere brillante come sa.

Tevez 6: sempre pericoloso quando ha il pallone tra i piedi, è lui l'uomo più temuto dal Genoa e i rossoblù cercano di limitarne il raggio d'azione.

Llorente 5: Allegri lo schiera titolare ma lui tradisce le attese questa volta e il tecnico giustamente lo richiama in panchina. Dal 20'st Morata 6.5: l'ex Real Madrid è in forma e si rende pericoloso in più occasioni. Chissà se Allegri avrà avuto qualche rimpianto nel non schierarlo dall'inizio.