Solo sfortuna? Solo casualità? Una serata storta? Sono questi i motivi che ogni anno puntualmente impediscono alla Juventus di fare bella figura, e soprattutto di fare risultato sui campi dei grandi club europei? A mio avviso no. Non sono questi i motivi, o almeno non solo. L'impressione è che quando si tratta di giocare in Europa, non solo in Champions ma anche in Europa League, come abbiamo avuto modo di verificare l'anno scorso con una sconfitta evitabilissima contro una squadra non irresistibile, subentri nei giocatori una specie di blocco psicologico, una strana paura di commettere errori, di perdere. Questo strano meccanismo fa sì che ogni cosa diventi difficile, le giocate che in campionato risultano facili e vincenti in coppa non riescono o non si tentano neanche, quasi con una sorta di rassegnazione al peggio.

Anche il rendimento dei giocatori inspiegabilmente si abbassa notevolmente e non per motivi di stanchezza fisica. Quello che gli esperti chiamano mancanza di mentalità vincente in campo europeo.

La cosa strana è che nonostante passino gli anni e si succedano fior di campioni nelle fila juventine, questo problema rimane. A questo punto la domanda che da ieri sera si fanno tutti i tifosi bianconeri è questa: bisogna rassegnarsi a questa specie di maledizione europea? La Juve raccoglierà sempre poche soddisfazioni in Europa? Bisogna accontentarsi solo dei pur numerosi successi in patria ma che ormai non emozionano fino in fondo il popolo juventino? Qualcuno dirà che nonostante la sconfitta di ieri sera niente è perduto, anzi per una serie di risultati favorevoli la situazione del girone è ancora in perfetto equilibrio e tutto può succedere.

I migliori video del giorno

E poi avevamo davanti una squadra fortissima vice campione d'europa. Tra l'altro la Juve ha tenuto il campo per buona parte della gara, non facendosi schiacciare e dominare dall'avversario se non per pochi sprazzi. Tutte cose che fanno ben sperare per il futuro La speranza del sottoscritto e di tutti gli appassionati è che il pessimismo che trasuda da questo mio articolo venga smentito nelle prossime settimane. Pessimismo forse dettato dalla troppa attesa che si è creata in noi tifosi nei riguardi di un'affermazione in campo internazionale che manca da troppo tempo per una squadra blasonata come la nostra amata Juventus.