Il girone C di Lega Pro per il settimo turno, riserva tanti incontri entusiasmanti, tra piazze con un passato storico (Foggia- Salernitana), altri che avranno addirittura il sapore della Serie A (Messina- Lecce), in altri ancora non mancheranno le tensioni campanilistiche (Reggina- Cosenza).

Casertana- Matera: i campani a quota 11 punti, affrontano la squadra rivelazione del torneo, che ha conquistato un punto in più di loro. Il Matera, per ora, ha raccolto più punti in trasferta (7) che in casa (5 punti). Occhio a Letizia e Madonia che potrebbero essere determinanti nel corso della partita.

Savoia- Melfi: sfida salvezza tra le due squadre campane, che hanno 6 punti in classifica. E' una gara che può già cambiare il corso del campionato: una vittoria proietterebbe le squadre nella zona medio- alta della classifica e significherebbe che ci sono realmente i mezzi per una salvezza tranquilla; al contrario, una sconfitta rischierebbe di farle sprofondare nella zona retrocessione.

Messina- Lecce: sfida molto attesa, per motivi opposti: i siciliani cercano ancora la prima vittoria casalinga della stagione; i salentini devono confermarsi dopo un avvio di stagione positivo. Gli ospiti hanno difficoltà in trasferta: non sono mai riusciti a vincere e hanno racimolato solo 2 punti in 3 gare. Grande assente del match il "Romario del Salento", Fabrizio Miccoli, invece giocherà dal primo minuto Davide Moscardelli che punta a sbloccarsi in campionato; tra i padroni di casa spazio a bomber Giorgio Corona.

Paganese- Juve Stabia: i padroni di casa, in piena crisi dopo 4 sconfitte nelle ultime 5 gare, puntano a risalire la china, ma dovranno vedersela con una Juve Stabia in grande forma, che ha conquistato 11 punti nelle ultime 5 gare.

Foggia- Salernitana: i rossoneri a metà classifica, si misurano con una squadra di alto livello e da questa sfida capiranno se hanno in rosa realmente i mezzi per poter ambire ad una posizione da medio- alta classifica. La Salernitana, soddisfatta per il primo posto in classifica, punterà a mantenere l'impressionante ruolino registrato finora fuori dalle mura amiche: 3 gare, 9 punti. Attenzione ai pugliesi: non hanno mai perso in casa.

Martina- Lamezia: bel gioco, complimenti e pacche sulle spalle, senza punti. E' quello che sta capitando al Martina nelle ultime gare. La squadra pugliese ha messo in difficoltà le big della categoria, come Benevento e Salernitana, ma senza portare punti a casa; ora si attende la svolta, ma il Lamezia, con 9 punti conquistati, sarà un avversario scomodo.

Lupa Roma- Barletta: dopo aver conquistato solo un punto nelle ultime due sfide, le pretese da alta classifica dei capitolini sembrano ridimensionate. I biancorossi punteranno al colpaccio lontano da casa, anche se finora in tre trasferte, hanno solo guadagnato un punto.

Catanzaro- Aversa: gara semplice, sulla carta, per i calabresi. Ma l'Aversa punta a risalire dopo un inizio di campionato poco brillante. Dalla loro, gli ospiti hanno un ruolino in trasferta rispettabile, con 2 punti conquistati in 3 gare, 5 gol fatti e 6 subiti. Il Catanzaro vorrà rialzarsi dopo la sconfitta contro il Matera subita a casa.

Reggina- Cosenza: come tutti i derby, sarà una sfida aperta ad ogni esito. Una gara molto sentita, perchè entrambe le squadre hanno cominciato male in campionato, ma hanno le qualità per riprendersi. La Reggina in casa balbetta e non ha mai vinto, il Cosenza, invece ha conquistato 2 dei suoi 3 punti, lontano dalle mura amiche.

Melfi- Benevento: dopo aver pareggiato a casa della capolista Salernitana, il Melfi punta a mettere in difficoltà anche l'altra capolista Benevento. I lucani cercano la prima vittoria in campionato, i campani proveranno a tenere stretto il primato in classifica.