La Juventus di Massimiliano Allegri è attesa mercoledì sera al Pireo per la 3^ giornata del girone A di Champions League: i bianconeri, reduci dalla sconfitta del Calderon, hanno bisogno di una vittoria per mantenere la momentanea testa del girone. Qui Olympiacos - Dopo il sorprendente successo contro i vice-campioni d'Europa nella gara d'apertura (3-2), i greci sono incappati in un brusco stop con il Malmo: la sconfitta per 2-0 non ha lasciato spazio ad alibi e ha dimostrato, se ancora ce ne fosse stato bisogno, che in Champions non esistono partite "facili"; ora i punti in classifica sono 3 (a pari punti con le altre) e il passaggio del turno resterà quasi sicuramente in bilico fino all'ultima giornata.

In campionato gli uomini di Michel si trovano al 3° posto a 3 punti di distanza dal Paok capolista, (nell'ultima giornata hanno vinto per 2-3 in trasferta sul campo dell'Ergoteli): il turnover operato dal tecnico ha sortito gli effetti sperati, anche se Mitroglu e compagni hanno dovuto soffrire più del previsto per portare a casa la vittoria.

Olympiacos (4-4-1-1): Roberto; Elabdellaoui, Botia, Abidal, Masuaku; Maniatis, Kasami, Milivojevic, Afellay; Dominguez, Mitroglu. 

Qui Juve - Il pareggio con il Sassuolo ha interrotto la serie di vittorie consecutive in campionato e consentito alla Roma di portarsi ad una sola lunghezza dai campioni d'Italia: l'inaspettato risultato di sabato sera è comunque stato preso con filosofia da Allegri che si è detto fiducioso in vista della difficile trasferta del Pireo. La Juventus in Champions è reduce dalla sconfitta con l'Atletico Madrid: quindi portare a casa un successo mercoledì sera servirebbe, oltre che per la classifica, anche per aumentare ulteriormente l'autostima di un gruppo che in Europa di rado si esprime sui suoi livelli o comunque secondo le potenzialità a sua disposizione. Allegri dovrà dunque lavorare sulla psicologia prima che sulla tattica, soprattutto perchè il tasso tecnico dei suoi è oggettivamente superiore a quello degli avversari e in questo senso la Juventus non ha nulla da temere.

Il tecnico però è alle prese con alcune difficili scelte di formazione: la non convincente prestazione offerta da Pirlo con il Sassuolo dovrebbe in teoria far pensare che il favorito per il ruolo di playmaker in vista della gara di mercoledì possa essere Marchisio, ma occhio alle sorprese; Vidal dovrebbe essere titolare, in attacco ballottaggio Llorente-Morata.

I migliori video del giorno

Juve (3-5-2): Buffon; Ogbonna, Bonucci, Chiellini; Asamoah, Vidal, Marchisio, Pogba, Lichsteiner; Tevez, Llorente.

Pronostico e quote- I precedenti tra le due squadre sono ben 8 (5 vittorie Juve, 2 pareggi e una vittoria Olympiacos), e il bilancio è decisamente a favore dei bianconeri: l'ultimo in ordine di tempo, datato 10 dicembre 2003, è un 7-0 nella fase a gironi di Champions League; la Juve non ha mai perso in Grecia contro l'Olympiacos e questo dato, anche se puramente statistico, è abbastanza confortante in vista di mercoledì sera.

I bookmakers non solo vedono la Juve leggermente favorita rispetto alla vittoria finale (segno 1 a 3,60, X a 3,15 e 2 a 2,15), addirittura pensano che i bianconeri possano agilmente portare a casa un risultato positivo (X2 a 1,20): il nostro consiglio è di puntare sulla quota Gol (2,00), oppure sull'over 2.5 a 2,25.