Si è conclusa con un inevitabile esonero l'avventura di Claudio Ranieri sulla panchina della nazionale greca. La goccia che ha fatto traboccare il vaso, dopo una serie di risultati negativi, è stata l'incredibile sconfitta rimediata per mano delle Far Oer, nazionale composta da calciatori semiprofessionisti (basti pensare che il portiere è un insegnante). Questa figuraccia ha spinto la Federazione ellenica ad allontanare l'ex tecnico di Parma e Roma, già sulla graticola per non essere riuscito a dare un gioco e soprattutto per la mancanza di risultati ottenuti alla guida della Grecia.

Nel suo girone di qualificazione, finora la nazionale ellenica è riuscita a conquistare un misero punto in quattro partite, e quando tutti erano certi che finalmente si sarebbe tornati a sorridere contro Far Oer, è arrivata una sconfitta bruciante e quantomai imbarazzante.

Al termine del match, inevitabili sono piovute su Ranieri le critiche feroci della stampa greca che ha parlato di "Vergogna nazionale". Lo stesso presidente della federcalcio della Grecia, Giorgos Sarris, ha fatto chiaramente intendere che ben presto il commissario tecnico sarebbe stato esonerato, assumendosi le responsabilità della scelta - sbagliata - di Ranieri e annunciando che sarebbero arrivati cambiamenti.

E difatti, Claudio Ranieri è stato ufficialmente rimosso dall'incarico: un esonero nella carriera di un allenatore ci può stare, eccome, però non si può negare che per il tecnico romano quest'esperienza professionale in terra greca sia stata davvero deleteria. Adesso, il calcio ellenico si domanda quale sarà l'allenatore che raccoglierà l'eredità di Ranieri. Ebbene, secondo quanto anticipato dal giornale tedesco "Kicker", il successore dell'ex allenatore di Inter e Fiorentina dovrebbe essere un altro italiano, Giovanni Trapattoni. Sembra, infatti, che l'inossidabile e vincente Trap abbia già dato la propria disponibilità a lanciarsi in questa nuova esperienza professionale alla guida della nazionale greca che, ad oggi, appare quantomai fuori dalla qualificazione per i campionati europei di Francia 2016.