La partita contro la Fiorentina ha regalato la terza vittoria consecutiva al Napoli che si è definitivamente rilanciato nella sfida per lo scudetto, ma ha anche portato il terribile infortunio al ginocchio di Lorenzo Insigne. Il giocatore del Napoli ha rimediato una rottura del crociato anteriore del ginocchio ed è stato immediatamente operato alla clinica romana di villa Stuart. L'intervento è riuscito, ma lo "scugnizzo napoletano" non potrà tornare in campo prima di 5-6 mesi. E così il Napoli sta pensando ai possibili sostituti in attesa dell'apertura della sessione invernale di mercato. Tra gli obiettivi principali c'è Andrés Ayew, giocatore dell'Olympique Marsiglia e che ha il contratto in scadenza a giugno.

Se il giocatore non dovesse rinnovare, la società del Napoli tratterà il trasferimento del giocatore a gennaio pagando un piccolissimo conguaglio alla società francese.

L'altro nome è quello di Eric Lamela, attaccante già seguito dal Napoli in estate, ma che rappresenta una soluzione difficilmente realizzabile a causa dei costi elevati della trattativa, soprattutto per quanto riguarda lo stipendio dell'argentino. Inoltre il Napoli preferirebbe portare un giocatore a Napoli con la formula del prestito secco, in modo tale da non avere ulteriore abbondanza in attacco una volta che Insigne tornerà in campo.

Ed ecco che quindi crescono le quotazioni di Sebastian Giovinco, attaccante della Juve che non sta trovando molto spazio nella formazione di Allegri. Lo juventino ha il contratto in scadenza nel 2015 e le parti sono ancora lontane dal trovare l'accordo per il rinnovo.

I migliori video del giorno

Il giocatore compirà 28 anni a gennaio e vuole trovare continuità in una squadra per rimanere nel giro della nazionale di Antonio Conte. Se Giovinco dovesse approdare alle pendici del Vesuvio, sicuramente troverebbe molto più spazio rispetto alla Juve e, in caso di prestazioni ottime, potrebbe convincere la società a concedergli il rinnovo alle cifre da lui richieste. Infatti la società gli offre un contratto da 2 milioni netti a stagione, ma lui ne vorrebbe 3.