Martedì 16 dicembre 2014 a Brescia è stato presentato il nuovo allenatore del Brescia Calcio: Ivan Javorcic, chiamato dalla Primavera per sostituire l'esonerato Iaconi. La situazione del Brescia Calcio è molto critica vista anche la posizione nella classifica di Serie B, infatti si ritrova alla 18° posizione con una sconfitta dietro l'altra, l'ultima il 13 dicembre 2014 con lo Spezia per 0-1.

Brescia Calcio - I problemi finanziari della società

I problemi che la società si ritrova davanti sono numerosi: gli stipendi non pagati, rischio fallimento per troppi debiti accumulati. Alcuni giorni fa sembrava tutto risolto con il piano proposto da Rinaldo Sagramola e il sostegno di Kadir Sheikh Abdul, erano pronti ad entrare in contatto con Palazzo Loggia per risolvere i problemi di bilancio della società.

Seppur l'imprenditore pakistano si dichiarò pronto a presentare la proposta al signor Sagramola, versare 4 milioni e mezzo e portare poi due grossi sponsor come Ikea ed Expert, tutto è andato in fumo. Infatti l'imprenditore non ha proposto nulla, illudendo tutti i tifosi del Brescia Calcio.

Di conseguenza l'altro problema del Brescia è l'impossibilità nel pagamento degli stipendi dei giocatori. Infatti martedì era il termine ultimo per il versamento del milione e mezzo necessario per i calciatori che non hanno ancora ricevuto lo stipendio per settembre e ottobre. Questo potrebbe penalizzare ancora di più la squadra che dovrà ripartire con un -6 in classifica. Tanti inoltre prospettano un ritiro anticipato della squadra dal campionato come successe già in passato con l'Arezzo nel 1992/93.

I migliori video del giorno

Brescia Calcio - Le probabili soluzioni

Le speranze del presidente sono la continuità aziendale ma in queste ore si stanno prospettando numerose soluzioni come il concordato in bianco. Grazie a ciò si bloccherebbero le azioni dei creditori garantendo, come già scritto in precedenza, la continuità aziendale. In una fase successiva, andrà presentato un piano concordatario dovrà essere valutato. Se questa sarà positiva, si aprirà il concordato.

    Intanto prima di queste prospettive, lunedì prossimo è stata messa in agenda un'assemblea straordinaria. Gino Corioni, il proprietario, dovrà trovare una soluzione alle problematiche del Brescia Calcio e infine il tribunale potrà pronunciarsi per una sentenza di fallimento. Questo provocherà certamente dissenso nei tifosi che in possesso di biglietti e abbonamenti per le partite potranno rimanere senza spettacolo. Che ne pensate? Cosa succederà?