I "mal di pancia" dell'allenatore della Fiorentina, dipendono da una sua volonta di tornare ad allenare la Roma. Il fascino della Champions ha portato Vincenzo Montella a prendersi una pausa di riflessione prima di confermare la sua disponibilità alla guida della Fiorentina. Quindi gli scenari che si prospettano, una volta trovato l'accordo con Garcia per la "buona uscita", sono che Montella raggiungerà la Roma e a Firenze il profilo ideale risponderebbe al nome di Roberto Donadoni. Le prossime quarantotto ore saranno determinanti per sciogliere il nodo panchine!

Per la Champion e per la prossima Europa League. Sul fronte giocatori Montella ha chiesto ulteriori garanzie se dovesse rimanere in Viola, visto che il bilancio del suo triennio è stato assolutamente positivo. Ritiene che a questo gruppo abbia ormai detto tutto, quindi spera in un mercato importante per migliorare i tre quarti posti consecutivi. Alla Roma invece le richieste sarebbero minime visto l'organico importante di cui dispone, di sicuro chiederà un attaccante che possa ripetere le sua gesta ai tempi in cui era il bomber della sua Roma vincente. Il futuro invece di Garcia potrebbe riservare delle sorprese non indifferenti, la prima ipotesi un suo ritorno in Francia, la seconda alla guida di una Nazionale ed infine la più suggestiva ma difficile alla guida del Napoli dove è da poco che ha lasciato Rafa Benitez per accasarsi sulla prestigiosa panchina del Real Madrid.

Un ritorno a casa dopo 20 anni.

Di sicuro il budget messo a disposizione da De Laurentiis per il nuovo mister è interessante anche per altri allenatori, si parla di più di 3 milioni di euro a stagione per tre stagioni. Un nome a dir poco caldo per la panchina del Napoli è Cesare Prandelli che dopo le ultime non esaltanti esperienze ha di certo tanta fame e tanta voglia di rilanciarsi a livello professionale, partendo proprio da una piazza importante e che disputa le coppe europe. Quindi ci aspetta sicuramente un'estate di panchine bollenti.