Rivoluzione? No. Serve "puntellare" la rosa nel modo corretto, per evitare di stravolgere l'equilibrio dello spogliatoio. Bisogna però sfoltire la rosa, perchésenza competizioni internazionali si rischia di avere troppi calciatori scontenti della situazione.E non bisogna mai sottovalutare le indicazioni della Uefa e del Fair Play finanziario: ma quali saranno i tre calciatori pronti a lasciare la rosa nerazzurra? I maggiori sospettati sono Fredy Guarin, Juan Jesus e Ranocchia. I tre sembrano trovare poco spazio nello scacchiere diRoberto Mancini ed un eventuale trasferimento potrebbe giovare sia alla squadra che agli atleti.

Il caso Guarin

Fredy Guarin ha avuto una storia d'amore ed odio con l'Inter. Dal passaggio alla Juventus (saltato dopo le polemiche dei tifosi)alle critiche, fino ad arrivare all'utilizzo a fasi alternate. Roberto Mancini sembra aver trovato il giusto equilibrio: Kondogbia e Brozovic si completano entrambi, mentre Medel ha dimostrato di poter essere messo in qualsiasi ruolo, perfino in difesa. La prova contro la Roma ha sicuramente esaltato le capacità del mediano, evidenziando la tenacia e la peculiarità nell'adattarsi. Inoltre, l'anagrafica gioca contro il centrocampista colombiano: serve far cassa e pareggiare il bilancio e l'ingaggio del sudamericano pesa nei conti del club nerazzurro. Per il momento non ci sono club interessati, ma con un prezzo accessibile potrebbe scatenarsi una vera e propria asta.

Ranocchia-Juan Jesus, rivoluzione in difesa

Ranocchia e Juan Jesus, valigie già pronte? A quanto pare sì: il difensore azzurro non è riuscito a conquistare i cuori dei propri tifosi. La Roma è interessata ad un acquisto a gennaio e lo stesso Rudi Garcia ha confermato l'interesse per il calciatore. Ma il dubbio dei giallorossi rimane: i capitolini stanno cercando di rinforzare la linea difensiva e Juan Jesus è un altro calciatore sulla lista di Walter Sabatini.

Intanto Ausilio cerca di lavorare anche in entrata, ma prima bisognerà risolvere la questione relativa al mercato in uscita.